VIVA SANTA BARBARA

472

 

Santa Barbara, festeggiata al comando del distaccamento dei Vigili del Fuoco di Pomezia. La cerimonia è iniziata con la Santa Messa in uno degli ampi angard del comando. In prima fila a partecipare alla funzione religiosa il comandante Capo Sala De Luca Gabriele.  La funzione seguita dai vigili del fuoco appartenenti al comando di Pomezia, oltre a  diverse autorità civili, militi tra cui il sindaco di Pomezia Veronica  Felici tra l’altro già assessore del comune di Ardea. Per Ardea la vice sindaco Lucia Anna Estero delegata del sindaco Fabrizio Cremonini impegnato in doveri istituzionali. Presenti tra questi il Capitano comandante la Compagnia carabinieri di Pomezia competente per territorio, la prima giovane donna ad assumere il comando della Compagnia carabinieri di Pomezia, una delegazione   della Delemare di Torvajanica con il proprio comandante,  la delegata della frazione di Tor San Lorenzo la consigliera rutula Antonella Cofano, del resto molti del comando dei vigili del fuoco in servizio a Pomezia sono residenti in Ardea. Una delegazione degli agenti della municipale di Pomezia. I familiari con figli al seguito del personale dei vigili del fuoco facenti servizio al comando di Pomezia. Va ricordato che proprio il personale di questo comando  presente oggi alla funzione religiosa che per i credenti con la Benedizione di Santa Barbara ed delle protezioni personali usate,  sono usciti salvi dai fumi tossici e dal fuoco che si è sprigionato per colpa di ignoti in una discarica abusiva di rifiuti di auto cannibalizzate e di masserizie varie scaricate abusivamente e da ignoti e date alle fiamme nella zona delle Salzare ad Ardea. Un fuoco attivo che per una decina di giorni ha tenuto impegnato il personale operante. Un’operazione che visto, ancora una volta il personale mettere in pratica la propria professionalità e coraggio per oltre una settimana,  per i pericoli dei fumi che sprigionava il materiale dato alle fiamme e per l’impervia zona.   Un vasto incendio dal fumo nero ed acre che ha causato tanti fastidi alla popolazione  circostante ed alle attività agricole della zona.  A cerimonia conclusa un brindisi nell’ampio salone .

Luigi Centore