MENTRE I POLITICI CERCANO DI ACCAPARRARSI LA CANDIDATURA A SINDACO AD ARDEA VENGONO AGGREDITI SCOLARI DELLA SCUOLA MEDIA. I CARABINIERI DELLA LOCALE TENENZA INDAGANO A SEGUITO DELLA DENUNCIA PRESENTATA DAL GENITORE DELLA VITTIMA

 

Ha fatto scalpore la notizia dell’aggressione alla studentessa che frequenta la terza media presso l’istituto “Virgilio” di Ardea sulla via Laurentina in zona Sant’Antonio, da parte di alcuni  ragazzi di cui uno sembra avere diciasette anni. Al di là dell’increscioso e insensato comportamento dei “bulli”, la cittadinanza soprattutto i genitori degli studenti si chiedono come mai anche quest’anno non c’è un servizio di controllo da parte della poloizia municipale o da parte del personale di associazioni di anziani o altro, un servizio che in passato era sempre stato funzionante, ben gestito ed apprezzato dai cittadini ma sopratutto a costo zero, al limite con il rimborso di un po’ di benzina che forniva una società di servizi concessionaria comunale. Ormai da cinque anni il servizio non esiste più, nessuno si è più interessato. Nessuno ne l’amministrazione comunale ne i genitori dei ragazzi, ne la scuola a far si che venisse rimesso un servizio utile a tutti per evitare atti del genere, di cui i carabinieri della locale tenenza stanno indagando. Ancora una volta il disinteresse degli assessori preposti qualcuno assente da mesi,  ma soprattutto di un sindaco incapace  di proteggere i più piccoli,  lascia a desiderare. Commenti che venivano espressi da tanti genitori nel pomeriggio di ieri e nella mattinata di oggi. Nessuno deve aver chiesto un servizio di vigilanza intorno alle scuole e se richiesto, nessuno ha sollecitato e fatto azioni affinchè il servizio venisse riattivato. Il disinteresse di questa amministrazione a guida Savarese del M5S e dei suoi assessori è sotto gli occhi di tutti specialmente dopo che è accaduto un fatto increscioso verso una bambina di neppure quattordici anni. Il plesso scolastico della “Virgilio” posizionato lungo la via Laurentina attiguo alla sala consiliare comunale, ed ad alcuni uffici comunali, ed addirittura attiguo al comando della Polizia Locale, che ha assunto se pur in via provvisoria ed in buona parte da altri paesi limitrofi come Anzio e Nettuno e Ardea nuovi agenti, ma nessuno in servizio durante l’ingresso e l’uscita dei ragazzi. La popolazione si chiede dove vengono impegnati al mattino durante l’ingresso dei ragazzi a scuola? Chi dirige il traffico che dal piazzale del parcheggio antistante la scuola si immette su via Laurentina? Ormai i politici non devono più raggiungere il centro storico abbandonato a se stesso essendosi strasferiti con gli uffici politici in zona Rio Verde e quindi non riescono a vedere quanto accade intorno al plesso scolastico. Ieri tutto sommato è finita bene, soltanto con cinque giorni di prognosi,  ma poteva anche finire peggio, ma soprattutto possiamo dire che non riaccadrà più ?Verranno effettuati servizi di sorveglianza almeno poco prima dell’entrata e dell’uscita dalla scuola? Ormai siamo sempre più un comune abbandonato da una maggioranza che in questo momento sta liticando su chi dovrà essere il futuro candidato a sindaco di Ardea, se l’attuale Mario Savarese o il Presidente del consiglio Lucio Zito, oppure il capo dell’alleato Pd ? Intanto Ardea resta sempre più abbandonata a se stessa.

Luigi Centore