LA CONSIGLIERA ANNA MARIA TARANTINO E IL CANDIDATO A SINDACO NELLA PROPRIA LISTA  CIVICA “FARNETI SINDACO” SCRIVONO SULLA MANCANZA DI SICUREZZA E SULLO SCOLLAMENTO POLITICO DI UN PAESE ORMAI ALLO SBANDO.

 

DOPO LA DELUSIONE E L’INCAPACITA’ DEI POLITICI ELETTI IN UN MOMENTO DI DELIRIO POPOLARE NEL M5S. LA POPOLAZIONE E’ SEMPRE PIU’ DELUSA ED AMAREGGIATA

ANNA MARIA TARANTINO
Dott. Prof. Martino Farneti

 

Sindaco Mario Savarese

 

 

 

 

 

 

 

 

Il presidente del consiglio Lucio Zito

                         

di Luigi Centore                                             

Diversi consiglieri comunali di opposizione e aspiranti sindaci per le prossime elezioni di maggio, criticano amareggiati la mancanza di sicurezza mantenuta da questa amministrazione insensibile ai problemi dei giovani e dei cittadini in genere. A criticare l’incapacità di questo sindaco e suoi alleati non è soltanto la consigliera Anna Maria Tarantino del gruppo misto, colei che seguì le orme della consigliera Roberta Virgili di abbandonare il gruppo consiliare del M5S, che aveva portato in un momento di protesta popolare e di sconforto il popolo ad eleggerlo sindaco di Ardea, dando la maggioranza assoluta al M5S, portando nell’assise seguaci del comico Grillo,  iscritti, simpatizzanti  e apolidi della politica, che non avendo mai in precedenza militato  in qualche partito o movimento politico per la loro incapacità. Raccolti soltanto dal M5S, per riempire la lista, e beneficiare del vento in loro favore riuscendo “ieri” a sedere per  “disamministrare” il territorio rutulo_ completando la lista del M5S. Oggi i componenti del M5S, per restare in auge almeno fino a nuove elezioni sono diventati vassalli dello “sgarubato” PD ardeatino, a guida dei personaggi che precedentemente gli stessi grillini hanno addidato definendoli “quelli de prima”.  Così che il consigliere Anna Maria  Tarantino ha preferito abbandonare definitivamente l’aula dimettendosi dal M5S, senza dare la possibilità ad altro grillino di subentrare in assise come del resto aveva precedentemente fatto la stessa Virgili.  Altri consiglieri si sono dimessi del M5S come la Giovannella Riccobono del M5S,    lasciando che subentrasse un successore. Purtroppo per il sindaco non ha accettato di entrare in assise neppure il successore diretto, che ha rinunciato e come lui altri ancora, forse hanno visto che avevano sbagliato “parrocchia”,   segno di un malessere di uno scollamento che ormai nel grillino è di natura nazionale, lotte intestine come quelle che sono in atto in Ardea tra le due fazioni quella di Savarese rimasto solo con gli alleati piddiessini e quella del presidente del consiglio Lucio Zito che ancora catalizza attorno a se i pochi reduci del M5S, ormai  frantumati e   distanti dalla politica e dai bisogni dei cittadini che li abbandonano e negativamente li criticano sempre più.  Aspramente a criticare sempre più sono proprio ex consiglieri grillini come la  Tarantino e ex simpatizzanti come l’ex sindaco Martino Farneti ed attuale candidato a sindaco per le elezioni del prossimo mese maggio. E non a caso in un suo comunicato Farneti scrive

“BULLISMO AD ARDEA”                                                                                      “Rimango  esterrefatto nel venire  a  conoscenza che ancora oggi,   nell’anno  2022,davanti ad una scuola media del Comune di Ardeaavvengano  fatti così gravi di “Bullismo”   soprattutto  nei confronti di una ragazzina di appena 13 anni  da parte di ragazzi  di qualche anno più grandi. Evento questo,  frutto  del  degrado  di un territorio  nel quale si è preferito costruire case dormitorio anziché  realizzare  strutture  di aggregazione culturale per i giovani.  Nell’anno duemila  di cercò di  costruire una scuola superiore e un centro culturale per i cittadini di ogni età  per  ma i solito noti  decisero di  sfiduciarmi  perché i loro interessi  erano  ben diversi!!!.

Oggi dopo venti anni  sono di nuovo  a gridare che  è indispensabile  un  centro d’incontro e  di  discussione per i giovani,  già da allora un obiettivo  importante  per questo territorio,  invece si preferì ancora una volta  destinare  le risorse  comunali al “niente”  non un’opera pubblica  ma solo  licenze per costruire   case  sulle quali oggi  si legge   “In vendita” “vendesi”  “si acquista  all’Asta”.  Tutto questo  non ha fatto altro che   “NON aggregare”  i cittadini  e soprattutto i giovani che oggi  oltre a pagare  le conseguenze  del  COVID   cercano d’imporsi  con la violenza per ottenere  cose  che non  gli spettano.  La mancanza di  educazione civile, formazione professionale eculturale  nei giovani dovuta  all’assenza di una scuolasuperiore che infonda i valori  fondamentali  del lavoro e del rispetto degli altri  e  del facile guadagno attraverso lo spaccio di droga provocano  problemi sociali  assai gravi  ai quali bisogna  far fronte al più presto  se non vogliamo che la nostra gioventù cada nel degrado più assoluto come questo paese. Per  ora  non posso che sollecitare  questa Amministrazione  affinché stimoli le Forze dell’Ordine  ad un controllo più costante davanti agli edifici scolastici   affinché  non avvengano  più quesiti indicibili episodi   da parte di soggetti  sotto culturali  che pensano  di far valere le loro becere ragioni  con l’impiego della forza bruta. Martino Farneti”.  E non di meno nel suo caro diario ancor più dura e pungente la consigliera Tarantino scrive: “19 febbraio 2022”

Caro diario,

il capo dell’amministrazione per questi cinque anni è stato il signor Mario Savarese (sor Mario).

Costui tira fuori il ritornello che i vigili sono pochi e non può fare i controlli. Quindi, se c’è stato un caso orribile di violenza e bullismo, facciamocene tutti una ragione perché la polizia locale…..che ha la sua sede a 50 metri a piedi dalla scuola dove è successo il fatto……non ci può fare niente.

E facciamole queste domande a Sor Mario, va’….

1) In cinque anni, con un Comune così, perché non hai puntato la tua attenzione alla sicurezza e alle politiche sociali?

2) L’unico servizio pubblico che fa un’offerta continua ai giovani del nostro territorio sono le scuole. Tu e la tua giunta cosa avete fatto in questo periodo?

3) Quando fu dei due bimbi uccisi a Colle Romito hai avuto uscite nelle tv nazionali di questo stesso tenore. Ma quando ti prendi la responsabilità di dire che in cinque anni hai sempre e solo fatto spallucce?

4) Sindaco, ma ti rendi conto che stai lasciando Ardea in condizioni peggiori di come l’hai lasciata?

5) Non fare l’elenco delle nuove assunzioni perché è ridicolo….. piuttosto dì ai concittadini quanti sono i dipendenti che hanno preferito cambiare amministrazione, dì ai concittadini quanti sono i dipendenti che hanno tirato un sospiro di sollievo quando sono andati in pensione. Devi raccontarla tutta la storia……e dire quanti sono i dipendenti entrati in Comune e quanti quelli usciti.

6) Hai fatto il “virologo” due anni fa mettendo i famosi varchi chiusi di giorno e aperti di notte. Oggi fai pure lo “psicologo” e parli sui giornali degli effetti della pandemia nei giovani. Ma non ti vergogni? Ma ti sei reso conto che Ardea da quel dì che è diventata, come direbbe Luigi 100H, una terra di nessuno? Ma ti sei reso conto che i professori delle nostre scuole si fanno in quattro contro il degrado sociale?

7) Ma tu…..ti sei reso conto che non c’è alcun centro giovanile, aggregativo……? Ma ti sei reso conto che hai dato una sede pubblica alla pro loco di Tor San Lorenzo per il rilancio turistico del litorale quando poi servirebbe un centro per ragazzi? Anna Maria Tarantino”