Storia, arte e cultura: perché i videogiochi sono sempre più importanti per la loro riscoperta

467

I videogiochi stanno assumendo un ruolo sempre più attivo nella diffusione della storia e della cultura a tutti i livelli, emergendo dunque dal solo aspetto ludico per affermarsi anche come un mezzo di conoscenza e approfondimento. I fattori per cui i videogame possono essere considerati un medium potente e coinvolgente da questo punto di vista sono diversi e toccano sia l’aspetto tecnologico in senso stretto che quello creativo.

 

Videogiochi e storia: un binomio sempre più stretto

Il mondo dei videogiochi coinvolge ormai da anni persone di ogni genere ed età, pronte a tuffarsi all’interno di nuovi mondi e avventure fantastiche per divertirsi sfidando computer o altri giocatori: proprio quest’aspetto ha resonel tempo i videogame una delle categorie di prodotti più apprezzate in assoluto, oggetto di un mercato milionario che si rinnova anno dopo anno con proposte diverse e innovative. Il legame con la storia non è certo una novità, non a caso infatti alcuni dei videogiochi più famosi anche degli anni passati sono incentrati proprio su plot ambientati in epoche ben precise, con ricostruzioni accurate di scenari ed eventi nei quali il singolo giocatore può sentirsi protagonista.

La lista di titoli che rispondono a queste caratteristiche è particolarmente ampia e spazia all’interno di generi diversi, dimostrando come gli argomenti storici possano adattarsi a contesti anche apparentemente lontani dall’approfondimento culturale. Se per esempio serie di indubbia fama come Assassin’s Creed e Total War nascono proprio con l’intento di riprodurre dettagliatamente dei periodi storici e di creare attorno a eventi reali la scena ludica, non mancano infatti proposte di tutt’altra natura, in cui la storia assume comunque un ruolo di rilievo.

Pensiamo per esempio a ciò che accade nei casino online e all’ampia scelta di slot machine a carattere tematico che, pur mantenendo inalterate le meccaniche di un gioco tipico delle sale, vanno a sfruttare grafiche e simboli delle epoche passate per arricchire di contenuti l’esperienza ludica, come avviene nelle slot ispirate al mondo azteco, all’impero romano o al medioevo, che incontrano il particolare gradimento degli utenti.

Ma perché i videogame possono rappresentare un ottimo strumento per la diffusione dei temi storico-culturali?

 

        I videogiochi come mezzo di diffusione della cultura

Imparare nozioni su varie tematiche e approfondire temi storici e culturali è sempre più facile anche grazie ai videogiochi, che da semplice strumento di intrattenimento sono diventati nel tempo degli ottimi mezzi di diffusione della conoscenza. Ciò è dovuto a diversi fattori, che pongono questo tipo di passatempi c

ome una delle opzioni più interessanti ed efficaci per raggiungere un’ampia audience e fornire loro un pieno coinvolgimento, ancor di più oggi che innovazioni come la realtà virtuale rendono l’esperienza digitale totalizzante e immersiva.

I videogiochi offrono per esempio una forma di narrazione interattiva che coinvolge i giocatori in modo attivo e, attraverso storie, dialoghi e missioni, permette loro di vivere e sperimentare gli eventi storici in prima persona. Ciò consente di sviluppare una connessione emotiva con i personaggi e gli ambienti, facilitando l’apprendimento e l’immersione nella storia e nella cultura rappresentate. Grande importanza hanno poi le fedeli riproduzioni di ambientazioni e dettagli storici, dovute al lavoro in sinergia di sviluppatori ed esperti di storia, che dal canto loro favoriscono un ulteriore livello di coinvolgimento e autenticità che aiuta i giocatori a comprendere meglio l’aspetto, la cultura e le dinamiche storiche dei periodi rappresentati.

Questi primi elementi permettono già da soli di avvicinare l’utenza a scenari ben precisi e a favorire un apprendimento di tipo “diretto”, tuttavia non mancano altre opzioni di stampo prettamente educativo, che sfruttano la gamification per lo studio e l’approfondimento di argomenti specifici. In questo caso dal videogame in senso stretto si passa a prodotti che uniscono le caratteristiche tipiche dello svago ludico con soluzioni interattive e sistemi premianti finalizzati proprio all’apprendimento delle nozioni di proprio interesse. Integrandosi con elementi di gameplay coinvolgenti, le esperienze educative dei videogiochi possono rendere l’apprendimento più stimolante e memorabile.

Non va infine sottovalutata l’opportunità offerta da molti videogiochi di esplorare culture diverse, sia passate che presenti. Al di là del nozionismo storico in senso stretto, in questo modo la rappresentazione di ambienti, personaggi e tradizioni culturali, permette ai giocatori di ampliare la loro comprensione e consapevolezza del mondo che li circonda, contribuendo a promuovere la diversità culturale e a incoraggiare la curiosità e il rispetto per altre culture.