IL PALAWOJYTILA SI INCHINA AL TEAM

642

 

PIERINI. Standing ovation per gli atleti dei maestri PIERINI Oberdan e DI GIUSEPPE Giuseppe che dominano i campionati italiani del circuito Union Fighters negli sport da combattimento.

9 campioni italiani. Questo articolo potrebbe concludersi qui, senza null’altro da aggiungere perché qualsiasi cosa non renderebbe merito ai valorosi ragazzi che si sono aggiudicati i campionati italiani di quello che risulta essere uno dei migliori circuiti a livello organizzativo per gli sport da combattimento nello scenario partenopeo e non solo.

Siamo a San Sebastiano al Vesuvio, in provincia di Napoli: il palcoscenico è il prestigioso palazzetto Palawojytila. E’ il 21 maggio quando un gruppo di atleti provenienti dalla N1GYM di Ardea, guidati dai maestri PIERINI Oberdan e DI GIUSEPPE Giuseppe (che da anni insegnano sinergicamente la Prepugilistica, la Kick Boxing, il K1 e la Muay Thai) si presenta per disputare le finali dei campionati nazionali Union Fighters. “Siete Performers, date spettacolo, le persone sono qui per vedervi combattere, per lo show, noi siamo qui per vincere; dedicateci, ancora una volta, qualche minuto della vostra vita”. Queste le uniche parole proferite dai Maestri prima della gara. Si inizia con l’inno di Mameli, a confermare che non si scherza affatto. Poi il vuoto, il silenzio assoluto, si sente solamente il rumore dei colpitori di qualche atleta che inizia a scaldarsi; flebile è il suono della corda che batte sul pavimento. Sale la tensione, aumenta la sudorazione, la percezione delle cose è al massimo livello, negli sport da combattimento l’unico ormone che riesci a sentire veramente dentro al tuo corpo prende il nome di adrenalina. Si va in scena: ad aprire le danze, segno del destino, è PIERINI Matteo, figlio del Maestro. Il Pugnator (questo il nome che i maestri hanno scelto per i loro atleti) vince in pochi minuti il torneo e si aggiudica per primo  il titolo di campione nazionale Kick Boxing contatto leggero guanti esperti, con un calcio girato che lascia tutti, giudici di gara ed arbitro compresi, attoniti per la perfezione esecutiva, degna dei più blasonati atleti professionisti. A seguire è il turno del veterano GHIUR Ilie Francesco, mai domo, che esegue alla perfezione le direttive impartite dai Magister e porta in casa PIERINI il secondo titolo italiano. Arriva il tanto atteso momento di BELVISO Raoul, proveniente da due sconfitte, ma con una voglia di rivincita percettibile nell’aria: si vince ancora con un match a senso unico e arriva il terzo titolo Kick Boxing per i guanti esperti. Per il poker si attende la premiazione della nipote del maestro PIERINI, Giorgia, la Pugnator di razza; nessuna ha osato presentarsi per sfidarla perché l’atleta è stata ampiamente notata nelle tappe precedenti la finale e tutti sapevano che nessuna avrebbe potuto togliergli la tanto bramata cintura. E’ poker. Il TEAM Pierini si aggiudica tutti i titoli italiani messi in palio dal circuito per gli esperti e porta a casa 4 cinturoni su 4. Il bello di questa squadra, di questa famiglia, è che non è finita: a vincere il titolo sono anche alcuni Pugnator che hanno esordito negli sport da combattimento da poco tempo: così abbiamo i germani MACCHIAVELLI Lorenzo e Valerio che vincono entrambi e nettamente il titolo italiano Free Gloves primi guanti, c’è MARTINA Cristiano (atleta del Team da settembre u.s.) che è l’atleta che ha dimostrato una crescita esponenziale notevole sia a livello personale che sportivo e che vince e convince conquistando il titolo italiano Kick Boxing Light primi guanti in un torneo in cui ha semplicemente sovrastato gli avversari; c’è anche la piccola CARNELLI Matilde che, quasi incredula, vince, ma non per caso, il titolo italiano Kick Boxing Light esordienti al suo primo vero torneo; c’è BATALONI Alessandro, che piega l’avversario con un blocco perfetto e si aggiudica per abbandono il titolo italiano di Kick Boxing Light esordienti categoria senior. Ci sono anche MARTINA Gabriele, CARNELLI William, FUSCO Giovanni e SALZANO Mattia, che ottengono comunque il terzo posto senza regalare nulla a chi, poi, si aggiudicherà il titolo. Ardea e la N1GYM dei fratelli AGOSTINELLI Andrea e Francesca si tingono, in questa domenica di pioggia e di cielo tutt’altro che terso, di un color oro che non sarà dimenticato facilmente. Non è la prima volta che il TEAM Pierini vanta atleti vincitori di diversi titoli nazionali ed internazionali, premiati anche dal CONI e dal Ministro dello Sport per l’eccellenza sportiva, non è un caso, perchè ogni Pugnator del TEAM Pierini, a dire dei loro Maestri, è artefice del proprio destino. Il resto è già noto, il resto è già storia. Ad Maiora Semper.

L.C.