IL PRIMO MURALE A POLI REALIZZATO DA STUDENTI, ARTENAUTE DEL “DIPARTIMENTO EDUCAZIONE DEL CASTELLO DI RIVOLI” E FONDAZIONE MODERNI PER IL PROGETTO EDUCATIVO “DI BELLEZZA SI VIVE”

387

Esperienze concrete di bellezza per essere protagonisti e cambiare il paesaggio                La prima opera di Wall Painting è stata realizzata a Poli (RM) venerdì 12 maggio dagli studenti polesi di due classi di seconda media insieme alle Artenaute del “Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli”, coadiuvate dagli operatori della “Fondazione Mario Moderni” di Roma.

La pittura murale è uno dei risultati delle azioni che stanno prendendo vita nell’ambito di DI BELLEZZA SI VIVE, un progetto selezionato dall’impresa sociale ‘Con i Bambini’ per il contrasto della povertà educativa minorile che mira a validare scientificamente un nuovo metodo educativo incentrato sulla bellezza declinata in tutte le sue forme e i suoi concetti.

È stata un’esperienza entusiasmante, soprattutto per gli studenti che hanno dimostrato molto interesse e per le Artenaute che ancora una volta hanno messo a disposizione la loro arte, la loro professionalità e la loro passione per questo progetto nazionale che tenta di mettere i giovani sempre al centro di ogni attività”, ha dichiarato Anna Riglioni, presidente della Fondazione Mario Moderni, partner del progetto DI BELLEZZA SI VIVE e tra i principali organizzatori di questa esperienza. “La Fondazione Mario Moderni crede fortemente in questo progetto che porta avanti in sinergia con gli altri partner, nella convinzione che esperienze concrete di bellezza come questa possono estendere il potenziale emotivo ed esperienziale dei ragazzi per costruire un futuro migliore. Vogliamo mettere a disposizione dei giovani delle opportunità nelle quali possono sperimentarsi e sviluppare il desiderio di conoscere e di partecipare a rendere migliore il mondo, a partire dai loro spazi di vita”.

Tutte le attività vengono incluse in un percorso che abbraccia cinque ambiti di ricerca-azione sperimentale: famiglia, spazi di vita, scuola, luoghi culturali e mondi digitali.

Non un lavoro estemporaneo ma il frutto di una serie di passaggi: dalla mappa del loro territorio, alle parole che rappresentano per loro la bellezza, per poi passare all’esplorazione dei luoghi e alla documentazione fotografica, dalla geolocalizzazione alla realizzazione di un’opera composta da 150 fotografie che ha partecipato alla sfilata per la Terra che si è svolta a Roma, a Villa Borghese, in occasione dell’EARTH DAY il 22 aprile scorso, per dire che Poli e i suoi giovani ci sono, insieme a tutta la comunità educante.

In questo percorso i ragazzi avevano espresso il desiderio di realizzare un murale, desiderio diventato adesso realtà su una parete della scuola e che è visibile da buona parte del paese.Si è potuto portare a compimento quanto proposto ed espresso dai ragazzi in questi mesi grazie al lavoro sinergico del team di progetto, coordinato dalla Fondazione Mario Moderni, con la partecipazione di ON Trasformazioni generative e il prezioso contributo del Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli (con più di trent’anni di esperienza nella conduzione di attività educative e realizzazione di wall painting).

L’azione partecipata ha avuto due modalità di realizzazione”, ha spiegato Paola Zanini, artenauta responsabile del Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli presente ieri alla realizzazione del murale. “Il primo wall painting dipinto con una linea bianca continua, su una grande porzione di muro della Scuola, riunisce sullo stesso orizzonte scorci ed elementi simbolici della Città, individuati dai ragazzi; il secondo, su 12 pannelli, dipinto dai ragazzi guidati dalle Artenaute del Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli, per riunire i colori di Poli nella sintesi di bande cromatiche e quindi Poli-crome, pensato per essere all’occorrenza itinerante. Due diverse modalità per evidenziare i tanti modi di far vedere la bellezza e la ricchezza del territorio, emersa dal lavoro esplorativo con le due classi.  Un percorso che si è trasformato in un viaggio, partito dai racconti e dalle parole dei ragazzi per mappare le bellezze di Poli, per poi passare alla sua esplorazione e alla cattura dei suoi luoghi attraverso le immagini”.

IL PROGETTO DI BELLEZZA SI VIVE – La metodologia Research Based Learning (RBL), adottata e sperimentata in tutte le attività progettuali, consiste nel partire dai saperi spontanei dei più giovani e inserire man mano quelli scientifici e artistici, attraverso esperienze estetiche inerenti all’arte, alla creatività, al paesaggio, con il fine di sostenere l’estensione dell’espressione emozionale e cognitiva di sé nella relazione con gli altri e attivare legame sociale di supporto alla crescita individuale e collettiva.Sviluppato lungo l’arco di 4 anni, il progetto nazionale DI BELLEZZA SI VIVE, di cui anche il Dipartimento Educazione Castello di Rivoli e la Fondazione Mario Moderni sono partner, intende creare un metodo educativo originale, validato scientificamente, che dimostra come la bellezza, nel campo dell’arte visiva, della musica, del teatro, della danza, del paesaggio, della cura dei luoghi, rappresenti un’esperienza capace di estendere il potenziale degli individui da un punto di vista emozionale, cognitivo e comportamentale, contrastando la povertà educativa, migliorando le condizioni di vita e, in ultima analisi, riducendo i costi sociali.Nato da un lungo percorso di co-progettazione interdisciplinare sostenuto da partner diversi per saperi, missioni, contesti, va intensificando le proprie attività per dimostrare come la bellezza, in tutte le sue declinazioni, può cambiare il presente dei più piccoli oggi per cambiare il futuro di tutti domani.

La Fondazione Mario Moderni  – Istituita nel 1925, vuole valorizzare il talento e la creatività dei giovani artisti italiani o residenti in Italia promuovendone l’inserimento nel mercato dell’arte. Istituisce borse di studio per giovani meritevoli e svolge attività di promozione e valorizzazione dei giovani talenti nel mondo dell’arte e della cultura, in particolare attraverso la gratuità di accesso allo spazio espositivo in Via dei Banchi Vecchi 42 a Roma.

DI BELLEZZA SI VIVE Partner – Fondazione Horcynus Orca; ON Impresa Sociale; Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea; Studio MCG – Studio Associato di Pedagogia e Psicologia Clinica; Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN); Fondazione Mario Moderni; Assifero; Aragorn.