IL MERITO VA AD ANNA LEARDI E NON AL NARCISO ANTONINO ABATE SEGRETARIO DELLA SEZIONE DEL PD DI ARDEA  ALLEATO CON IL M5S DEL SINDACO MARIO SAVARESE “UNO DI QUELLI DI PRIMA”

 

Teresa Zotta
Sandro Caratelli

Anna Leardi, presidente dell’Associazione RivaluTiAmoMarina di Ardea, “bacchetta” il PD rutulo  nelle persone del consigliere del PD Alessandro e del segretario del Pd locale Antonino abate.  Il segretario che autorizzato e fatto diffondere il volantino a cui l’attenta  presidente Leardi fa riferimento, sembra propriol’Abate,  non perdere occasione di fare il “pavone”, vantarsi come spesso accade   atti ed azioni politiche a lui lontano, come aver fatto sistemare la via Laurentina, purtroppo per lui la presidente dell’associazione “Rivalutiamo Marina di Ardea” nella sotto riportata nota lo smentisce, ma con lui “bastona” anche il buon e modesto consigliere Mari che si trova infilato in un discorso narcisista di cui il buon Mari,  non ha mai dimostrato narcisismo. Il Pd, ancora una volta si infila  come il cuculo nei nidi altrui, dove meglio può beneficiare dei sacrifici degli altri, fino ad oggi, è riuscito a far credere agli ignoranti politici del M5S, che loro sono i salvatori e che loro li stanno riportando alla vittoria, pur sapendo che il miracolo che ha visto cinque anni fa il M5S andare da solo al governo di Ardea non accadrà più. I 5 stelle sono in declino ed altrettanto lo è il Pd.  Il M5S, ha memoria corta, dimentica quello che gridavano a candidato della lista civica Abate? Tu sei uno di quelli di prima, ora per cercare di restare in auge entrambi almeno fino a maggio prossimo saranno allearsi  in una unica coalizione e si “canneranno” per chi dovrà decidere il candidato a sindaco, se di area M5S o PD. Conoscendo il segretario politico Abate li fagociterà e prevalerà soltanto lui  il narciso segretario del Pd, alleato ufficialmente del M5S, o alleato sotto banco come lo era con quelli di prima. Significativo resta il discorso che fece l’allora sindaco di Ardea Carlo Eufemi sulla piazza di Ardea. Ma per ritornare alla sistemazione dell’asfalto sulla via Laurentina, se proprio vogliamo dire il merito va dato al consigliere del M5S Sandro Caratelli che con i suoi mezzi andò a tappare le buche, e al presidente Anna Leardi che portò in zona il vicesindaco Dott.ssa Zotta. Ora la vice sindaco romana la promessa scuola superiore su via Bergamo l’ha fatta sfumare, ma per la sistemazione  della strada Laurentina gli va dato merito a Lei ed alla Presidentessa dell’Associazione Rivalutiamo Marina di Ardea. Ecco quanto riportato da Anna Leardi:

“Leggevo ieri un post del PD di Ardea sulla manutenzione della via Laurentina. Mi preme chiarire, da cittadina attiva di questo territorio, che la verità va detta, sempre e comunque. Nel 2019/2020, raccogliemmo, con il prezioso aiuto di Antonella Izzi, moltissime firme per denunciare la mancanza di sicurezza di questo territorio, compresa la viabilità di strade come la Laurentina. Le firme furono notificate agli enti di competenza, compresa la città metropolitana con Sindaca Virginia Raggi e vice la dott.ssa Teresa Zotta. Un gruppo di cittadini si sono riuniti in un comitato spontaneo “AttiviAmoArdea” che, tramite incontri online, ha sempre sollecitato alla dott.ssa Zotta interventi per il ripristino della sicurezza della via Laurentina, oltre alla nostra associazione Rivalutiamo Marina di Ardea. Così come ha sollecitato la costruzione di una scuola media superiore e, sempre per rispetto della verità, con la collaborazione dell’amministrazione 5stelle di Ardea. Condivido la risposta della vicesindaco 5stelle di Città Metropolitana dott.ssa Teresa Zotta nel lontano febbraio 2021, quando già da allora altri si adoperavano per prendersi i meriti di aver trovato 4 milioni di euro, che risultavano dispersi nei cassetti delle scrivanie di quelli bravi. Così come ad Ardea sono stati ritrovati milioni di euro di mutui che i cittadini hanno pagato da anni e mai spesi. La Laurentina è stata dimenticata, per anni, ne è testimone il manto stradale ridotto ai minimi termini che se potesse parlare, causa parolacce ricevute, probabilmente manderebbe a quel paese decine di amministrazioni. Non siamo stati i soli a denunciare situazioni ormai insostenibili ma sicuramente avremo contribuito, nel nostro piccolo. Spero che l’amministrazione PD di Gualtieri abbia la correttezza morale di riconoscere che non può essere stato un suo merito, visto che si è insediata da pochissimi mesi in città metropolitana. Ed anche il PD di Ardea dovrebbe avere onestà intellettuale di riconoscere il merito a chi si è adoperato per il risultato odierno, ossia l’amministrazione uscente. Non me ne vogliano Antonino Abate ed Alessandro Mari. Poi che ci siano altri personaggi che vogliono prendersi il merito, è purtroppo una realtà scontata vista la prossima tornata elettorale. Ricordassero anche loro che fino al 2017 erano al governo di questa città e non hanno lasciato un territorio invidiabile, anzi…”