Furti dei nuovi mastelli, i carabinieri non devono raccogliere nessuna denuncia, sarebbe quantomeno singolare una simile procedura

 

Da qualche giorno, ai primi post che sui Gruppi social ardeatini segnalavano furti dei nuovi mastelli ritirati presso i punti di consegna della ditta L’Igiene Urbana Evolution e avvenuti nottetempo davanti le abitazioni, molti cittadini hanno commentato raccomandando ai malcapitati di sporgere denuncia presso un Comando di Polizia o Carabinieri. Questa procedura, a loro dire, è stata loro indicata in caso di furto, smarrimento o rottura dei secchi, dai dipendenti stessi della ditta all’atto della consegna. Col sopraggiungere della bella stagione, che segna purtroppo da sempre l’aumento di “misteriose” sparizioni dei contenitori di rifiuti che moltissimi cittadini e condomini già utilizzavano di propria iniziativa prima che iniziasse l’appalto della nuova ditta, un simile protocollo costringerebbe le nostre Forze dell’Ordine ad occuparsi anche dei “ladri di mastelli”. Trovando quindi quantomeno singolare una simile procedura, abbiamo chiesto conferma e chiarimenti in merito al Sig. Romeo Caronti, titolare del servizio di raccolta rifiuti, che ha rettificato le procedure e ci ha chiarito che, in caso di furto, smarrimento o rottura dei mastelli consegnati dalla ditta e premarcati con un codice a barre collegato al contribuente che li ha ritirati, basterà recarsi nella sede di Via Pontina Vecchia Km 35.600 autocertificando di non essere più in possesso del mastello perchè danneggiato o rubato, e in tempo reale verrà sostituito.

Luigi Centore