FESTIVAL “COME IL VENTO NEL MARE” 2020 -IL CONTAGIO DELLA CULTURA

 

IL PREMIO STREGA VERONESI E IL VINCEMINISTRO ALLA SALUTE SILERI                         CORI – LATINA (CAPOPORTIERE) 13 E 17 LUGLIO

Cultura: Veronesi: “Un film? Qualcosa è partito, ma vedremo”

Il premio Strega a Come il Vento nel Mare a Cori: l’avevo sognato… “Il Colibrì” di Sandro Veronesi ha volato su Cori. E come nel sogno premonitore, al di là delle interpretazioni lacaniane, l’Agro Pontino ha fatto da cornice a una serata di cultura e letteratura che ha valicato ostacoli, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza, di un’emergenza che non abbiamo ancora superato. La prima serata del Festival Come il Vento nel Mare, giunto alla sua quarta edizione, è stata ospitata nell’azienda agricola Molino 7Cento alle porte della cittadina laziale. “Quando ero nella cinquina del premio – racconta lo scrittore – avevo evidentemente letto le tappe che avrebbe dovuto toccare il vincitore dello Strega. Tra queste c’era Cori e così, una notte, ho sognato Cori, insomma ho sognato che avrei vinto lo Strega! Ho raccontato il sogno alla mia psicanalista che essendo una lacaniana, mi ha convinto la visione onirica non si riferiva alla cittadina, ma a una casa di moda degli anni Sessanta per la quale lavoravano membri della mia famiglia, la Cori, appunto”. Intervistato dal direttore di Latina Oggi, Alessandro Panigutti, il due volte premio Strega, ha ripercorso la vita e le abilità dell’uomo colibrì, Marco Carrera: “Battere freneticamente le ali per non cadere, muoversi per rimanere fermo, è quello che fa questo uccellino che resiste senza appoggiarsi – spiega – C’è qualcosa di eroico nel non cedere, nel conservare la propria essenza anche quando gli eventi possono scaraventarti altrove. Ma in quell’altrove non si cambia”. “Caos calmo”, il romanzo con il quale Veronesi ha vinto il premio Strega nel 2005, è diventato un film nel 2008, diretto da Antonello Grimaldi e interpretato da Nanni Moretti: “Mai avrei pensato che il racconto di un uomo in una macchina potesse diventare un film – aggiunge – Ma il cinema è magia, hanno messo l’uomo su una panchina ed ecco risolto. ‘Il Colibrì’ potrebbe sembrare più facile da trasporre…C’è già un progetto in corso, ma sono scaramantico, vedremo”. Come Il Vento Nel Mare torna venerdì a Latina, all’hotel Miramare con il viceministro alla salute, Pierpaolo Sileri: “Diamo appuntamento per la seconda e ultima serata di un festival che abbiamo voluto mantenere nonostante tutto pur dovendo limitare gli accessi – spiegano Andrea Alicandro, Giovanna Cunetta e Vito Miceli, direttore, organizzatrice e presidente della manifestazione – Crediamo nella forza della cultura che non ha nemici, che guarisce,  che ci fa migliori”.

Roma, 14 luglio 2020 – di Fernanda Alvaro – Ufficio Stampa

(Pagina e Foto a cura di Gianfranco Compagno)