ARDEA – CON IL DELEGATO ALLA POLIZIA LOCALE ED IL SINDACO  SOPRALLUOGO  DEI TECNICI DELL’AREA METROPOLITANA  SULL’INCROCIO MALEDETTO DELLA PONTINA VECCHIA 

440

 

 

Sopralluogo sotto la pioggia questa mattina  all’incrocio “maledetto” di via Nazareno Strampelli con via Pontina Vecchia, dove una mesata fa ci fu il più disastroso degli incidente automobilistici  di quanti ne sono avvenuti in quell’incrocio. Incidente che è costata la vita ad una bambina  di circa otto anni che rincasava con la madre. Un incrocio dove ci dove non passa settimana che non avvengono incidenti gravi o mortali e mai nessuno ha pensato di risolvere il problema. Questa mattina è stato effettuato un sopralluogo congiunto con il  delegato alla Polizia municipale Maurice Montesi ed il neo comandante della stessa il Ten. Col. Marzia Sgrò. Il delegato con il comandante hanno studiato come meglio risolvere il problema e si sono accordati per la realizzazione da parte della provincia di  una serie di accorgimenti. Le proposte sono state diverse dalla realizzazione di una rotonda, ad un semaforo posizionato ben in alto visibile dai tre strada che formano l’incrocio, segnaletica orizzontale e verticale luminosa, bande rumorose e dossi in prossimità dell’incrocio. Queste le proposte del delegato che sensibile ai problemi della viabilità ma soprattutto dopo l’ennesima morte e per di più di una bambina della stessa età dei suoi figli è rimasco molto scosso. Non a caso lo stesso delegato ci ha detto: “mi scuso con il sindaco per l’atteggiamento avuto in consiglio, che non è da me, ma quella disgrazia mi ha scosso, per cui parlare di come risolvere il problema mi riporta alla mente un incidente che non dovrà più ripetersi, per cui chiedo che la realizzazione di  lavori per mettere in sicurezza, qualsiasi essi siano purchè risolvono il problema e che vengano  iniziati da subito. Ringrazio la collaborazione dell’area metropolitana, del sindaco Cremonini, ma soprattutto il comando della polizia locale con a capo la neo comandante Ten. Col. Marzia Sgrò per l’impegno profuso e la collaborazione che con i suoi sottordini stanno dando all’amministrazione comunale affinchè disgrazie del genere non avvengano più.”. Ora il tutto dipende dall’area motropolitana, che per quanto riguarda la viabilità in Ardea, sembra un po’ distratta.

Luigi Centore