Ad Aprilia, l’incontro di calcio finale della prima fase del Campionato italiano “Over 50”

Si è svolto, ad Aprilia, l’incontro di calcio finale della prima fase del Campionato italiano “Over 50” (la cui conclusione, con la II fase, sarà a novembre – Dicembre prossimi: in vista, intanto, di un primo Torneo conclusivo a Cascia, in Umbria, il 9-11 aprile). Il Campionato cui partecipano, in tutta italia, giocatori over 40,50, 60 ed anche 70 (tra cui diversi già calciatori professionisti): organizzati, a Roma, nella Nazionale “Old Glory Italia”, di cui è presidente Andrea Mancinetti, classe 1954, sportivo professionista ora in pensione, già calciatore per Rieti, Tor Sapienza, Palombara e altre squadre. La “Old Glory” organizza regolarmente, in Italia e all’estero, partite di calcio a fini di beneficenza e solidarietà, volte sempre a specifici obbiettivi: ed è iscritta all’ASCI, Associazione Centri Sportivi Italiani, sezione di Salerno (presieduta da Giuseppe Carotenuto).                                                La partita (tra due gruppi della “Old Glory”, “Roma” e “Rieti”) si è chiusa con la vittoria, per 4 a 2, del gruppo “Roma”. Per il Rieti giocavano: Dionisi, De Angelis, Tozzi, Pezzotti,Turchi Crocchianti

Nel gruppo Rieti, invece, … (capitano, Mauro Neri), giocavano… Marcatori sono stati: …Portieri erano Dionisi e Villani.  Dopo il primo calcio inaugurale, dato dalla madrina della manifestazione, Tundra Parisi (candidata al Comune di Roma con Forza Italia), sotto un cielo gravido di pioggia, i giocatori di ambo i gruppi hanno dato il meglio di sé, esprimendo adeguatamente – nella tradizione della “Old Glory” – sia l’agonismo individuale che lo spirito di gruppo. “Proprio questo – commenta Andrea Mancinetti – è lo spirito di base della nostra “Nazionale”: un modio di giocare in cui si armonizzano la spinta al successo presente naturalmente in ogni giocatore e l’idea della comunità, del gruppo che scende in campo, in un’ottica di fratellanza e di solidarietà coi piu’ deboli della società”.

Non meno importante, il “Terzo tempo” dell’incontro: un momento di convivialità al ristorante “Divina gola” di Nettuno, a due passi dallo storico borghetto medioevale tra i piu’ belli d’Italia (insieme ad Ostia antica e altri). Hanno mandato da Roma, per Forza Italia, un messaggio di congratulazioni e auguri  Salvatore Gradanti (Sasà) e le gemelle Rossella e Daniela Scandinaro (impegnati anche nel sociale, rispettivamente coi gruppi “Azzurro Uomo”, di prossima presentazione al pubblico e alla stampa, e “Azzurro Donna”). Al “Divina gola”, Claudio Seriani  ha presentato anzitutto la nuova muta della squadra, di colore bianco; consegnando poi la coppa d’onore del primo posto alla squadra “Roma”, un premio a Carlo Tiradossi, responsabile del Settore Giovanile del Centro Sportivo “Primavera” di Aprilia, organizzatore logistico di tutto l’incontro, e un premio alla madrina della manifestazione.”Siete voi che ci date la possibilità di giocare e vincere”, ha sottolineato Seriani rivolgendosi a Carlo: ”creando le condizioni per esprimere, noi, la nostra professionalità, e la fratellanza che ci unisce”.                                            Appunto Tiradossi ha esposto le attuali condizioni del  Centro Sportivo “Primavera”, che attualmente, secondo l’ultimo Dpcm, funziona “a metà”, cioè con la possibilità, per gli iscritti, di allenarsi ma rispettando sempre la distanza interpersonale, e senza poter usare docce, né spogliatoi.”Una situazione, questa – commenta Carlo .- che davvero ci auguriamo finisca al piu presto, perché i ragazzi iscritti da noi soffrono molto l’ impossibilità di relazionarsi in pieno coi propri compagni. Mentre piu’ in generale, qui ad Aprilia come in tante zone di Roma povere di spazi d’aggregazione, le difficoltà economiche e organizzative cui tanti centri sportivi vanno incontro in questo periodo rischiano (così come accade, del resto, per tante altre attività) di aprire pericolosi spazi a infiltrazioni anche della malavita, pronta a subentrare con “offerte” di aiuto”.                                                                                                                                                                 “Old Glory Italia”. Un’iniziativa che permette a noi tutti non solo di giocare aiutando, il piu’ delle volte, realtà varie che hanno bisogno di solidarietà (cui devolviamo, ogni volta, i possibili incassi degli incontri, o gli importi di sponsorizzazioni che possiamo ricevere), ma anche di divertirci mantenendo, al tempo stesso, il nostro benessere psico-fisico”.                                                                                                                          In chiusura, la giovane Tundra Parisi ha anticipato anche le linee-guida del progetto “Azzurro Uomo”: un’iniziativa di Forza Italia basata su un team di avvocati specializzati, che vuole offrire assistenza specialmente a quegli uomini che in Italia, alle prese coi problemi legati alle sperazioni coniugali ,risultano, obbiettivamente, spesso penalizzati nel confronto con le ex-mogli. Paolo, titolare del “Divinagola”, ha ripercorso brevemente l’iter di continue difficoltà che, da marzo 2020, stanno affrontando tutti i ristoratori italiani (solo parzialmente compensato da quest’ultimo week-end di riaperture a pranzo, che a Roma e in tutto il litorale ha portato una “boccata d’ossigeno” alla categoria). “Aprimmo questo locale l’8 Dicembre del 1966, e da allora ci siamo sempre sforzati di servire ai nostri clienti pasti genuini, basati specialnmente su pesce fresco.Ora stiamo lottando in tutti i modi per restare a galla: il primo aiuito che possono darci Governo ed enti locali, se veramente vogliono che il nostro settore riparta, è alleggerire le tante imposte “minori” che continuamente bobbiamo versare, come nettezza urbana, tassa per occupazione suolo pubblico, ecc… Questo, considerando anche che i ristoratori, in realtà, contribuiscono tutti indirettamente, al benessere della città in cui operano: perché la massa dei loro clienti, una volta uscita dai locali, specie in posti turistici come qui a Nettuno, poi gira, visita la città, comprando souvenir,ecc…: partecipando, quindi,al flusso economico generale”.