L’amministrazione Comunale di Ardea, con 20 mesi di ritardo, adotta con determinazione dirigenziale la proposta presentata dal Gruppo Fratelli d’Italia ad Aprile 2020 ovvero di assegnare una cifra congrua al Comitato di Ardea della Croce Rossa Italiana

Succede ad Ardea. L’amministrazione Comunale di Ardea, con 20 mesi di ritardo, adotta con determinazione dirigenziale la proposta presentata dal Gruppo Fratelli d’Italia ad Aprile 2020 ovvero di assegnare una cifra congrua al Comitato di Ardea della Croce Rossa Italiana, per consentire l’acquisto diretto di generi di prima necessità da distribuire, tramite i propri volontari, alle famiglie in stato di bisogno. Il periodo in cui nasceva la proposta, lo ricorderemo tutti, era quello del lockdown. Giorni di grande preoccupazione e confusione, quando non si sapeva chi e come dovesse erogare i buoni spesa, quando le domande per l’accesso ai buoni spesa, nello sconcerto generale, dovevano essere consegnate in uno scatolone fatiscente ed improvvisato posizionato dietro le sbarre del cancello di accesso al Comune. Ciò premesso, i fondi erano già presenti nelle casse comunali (€388.291,92) vista l’ordinanza di protezione civile n. 658 del 29 Marzo 2020 per l’emergenza Covid 19, con la quale il Governo Nazionale stanziava immediati fondi per il sostentamento delle famiglie in situazione di indigenza economica dovuta all’emergenza epidemiologica Covid 19. Nell’ottica del principio di sussidiarietà e di solidarietà, la nostra proposta era appunto quella di destinare almeno €20.000 al Comitato di Ardea della Croce Rossa Italiana e alle Associazioni di Protezione Civile per l’acquisto diretto e la consegna di generi alimentari di prima necessità alle famiglie più vulnerabili, individuate dall’ufficio politiche sociali. Proposta ignorata dall’amministrazione e ripresentata a Maggio 2020 come emendamento al bilancio di previsione. Emendamento non accolto.
Solo oggi, con estremo ritardo, l’amministrazione Savarese ritiene di assegnare alla Croce Rossa Italiana -Comitato di Ardea la somma €. 25.000,00 per l’acquisto e la distribuzione dei beni di primaria necessità.
Siamo certi che ora le famiglie bisognose potranno finalmente ottenere un beneficio immediato per sanare uno stato di necessità che non può attendere i tempi della burocrazia, o peggio ancora della politica.

FTO i Consiglieri Comunali del Gruppo FRATELLI D’ITALIA

Riccardo Iotti
Raffaella Neocliti
Edelvais Ludovici
Maurice Montesi