L’Amministrazione comunale di Aprilia ribadisce tutta la propria contrarietà alla realizzazione di nuovi impianti per la combustione di rifiuti.

369

Nota stampa dell’Amministrazione comunale di Aprilia

Assessore Michela BIOLCATI RINALDI

In merito alla lettera con la quale la società Rida Ambiente manifesta la propria disponibilità a dismettere il termovalorizzatore di Colleferro e ricollocarlo sul territorio apriliano, l’Amministrazione comunale di Aprilia ribadisce tutta la propria contrarietà alla realizzazione di nuovi impianti per la combustione di rifiuti.

“Aprilia ospita già diversi impianti per il trattamento o lo smaltimento di rifiuti, con ripercussioni significative sull’ambiente e sulla vita dei propri cittadini. – commenta l’Assessore all’Ambiente, Michela Biolcati Rinaldi – Un ulteriore termovalorizzatore rappresenterebbe un costo per la collettività non più sostenibile per il nostro territorio”.

“La lettera della società Rida Ambiente – spiega l’Assessore Biolcati Rinaldi – non comporta ancora l’avvio di alcun iter procedurale e autorizzativo per la realizzazione dell’impianto. Nonostante ciò, anche per dare una risposta chiara alle speculazioni politiche già in atto in questi giorni, abbiamo chiesto al consigliere presidente della Commissione Ambiente, Vincenzo Giovannini, la possibilità di affrontare l’argomento nel corso della prossima riunione della commissione, che è al momento l’unica sede deputata”.

“In occasione della Commissione Ambiente – dichiara il Sindaco Antonio Terra – ribadiremo forte e chiaro il nostro NO alla realizzazione di questo, come di qualsiasi altro impianto per il trattamento dei rifiuti”.

L’Amministrazione comunale desidera esprimere la propria contrarietà anche alla realizzazione del parco fotovoltaico in località “Scalette” per il quale la società STN1 srl ha già richiesto la Valutazione di Impatto Ambientale alla Regione Lazio.

“Il progetto di parco fotovoltaico – aggiunge l’Assessore all’Ambiente – avrebbe un impatto elevato sul paesaggio rurale della zona interessata. E presenterebbe numerose criticità anche per quel che concerne il consumo di suolo, contro il quale l’Amministrazione comunale si è già pronunciata in numerose occasioni, nel passato. I tecnici del Comune di Aprilia sono ovviamente già al lavoro per presentare tutte le osservazioni dell’ente, previste dalla procedura di VIA”.