VITTORIO SGARBI AD ARDEA PER CREMONINI SINDACO

634

 

SGARBI, INFIAMMA LA PLATEA CON IL SUO PARLAR FIORITO E LE SUE SPIEGAZIONI SULL’ARCHEOLOGIA DI CUI ARDEA E PIENA

Sgarbi mentre sfoglia il Giornale del Lazio

Un altro bagno di folla per la coalizione del centrodestra che porta a sindaco Fabrizio Cremonini. All’incontro a Tor San Lorenzo con Vittorio Sgarbi, ed il candidato sindaco Fabrizio Cremonini detto Fabrizio. Sgarbi, che con il suo applauditissimo discorso, e le sue spiegazioni sulle bellezze archeologiche di Ardea ha sollevato ancor più il morale dei futuri votanti che lo ascoltavano con attenzione e gioia. Ha aperto i lavori il segretario locale ed organizzatore della lista “SGARBI” Morbiducci, a seguire il segretario Nazionale  della lista fondata da Sgarbi “Rinascimento” il Dott. Litta per poi passare la parola a Vittorio Sgarbi che con il suo parlar fiorito, e senza e peli sulla lingua ha infiammato la folla. Non ha risparmiato l’incoerenza del M5S e dei componenti di Forza Italia che si sono trasferiti tutti con un lista civica  dal nome “Azzurra”  nella coalizione dell’incoerente M5S e PD che tanto odiava il partito rosso tanto da far lanciare la stessa Senatrice del M5S Paola Taverna in un discorso al senato aggettivi come puzzolenti verso i più cari  alleati che li starebbero invano sollevando dall’oblio. Sgarbi ha illustrato con dati di fatto le incoerenze dello stesso fondatore Grillo, un comico che voleva cambiare l’Italia invece l’ha portata alla rovina più di come l’ha trovata, un comico ed il suo movimento prostrato  sempre più al PD suo ex acerrimo nemico. Un lungo ma preciso discorso  ascoltato con attenzione e gioia, con applausi a scena aperta, dove le persone accorse gioivano soddisfatte ad ogni parola dell’oratore,  specialmente quando con novizia di particolari spiegava la storia di Ardea, una storia e le sue bellezze che devono ritornare in auge, valorizzando i siti archeologici oggi abbandonati all’incuria e all’erbaccia per l’incapacità di una classe politica incapace di scegliere assessori di alto spessore. Diversi minuti di applausi, con la folla che si è alzata in piedi stupendo lo stesso Sgarbi per un’accoglienza sincera e calorosa.  Sgarbi in fine ha avuto un lungo incontro all’interno con il candidato a sindaco Cremonini, riconoscendogli doti che sicuramente lo porteranno ad essere un ottimo sindaco, gettando le basi per un risanamento culturale ed archeologico di cui Ardea nata prima di Roma merita. Del resto dopo aver avuto un sindaco del M5S  consigliato da politici  del Pd della prima repubblica, non deve essere difficile per Cremonini riportare Ardea nel mondo. Vittorio Sgarbi prima di salutare il folto pubblico si è lasciato fotografare con i bambini che saranno il futuro di Ardea.

Luigi Centore