Un plauso del senatore della Lega Gianfranco Rufa al C/te Ten. Col. Sergio Ierace ed il suo personale, per la brillante e rapida operazione di allontanamento di carovane di nomadi

 

 

Il C/te Ten. Col. Sergio Ierace ed il suo personale, ricevono un plauso scritto dal Senatore della “Lega” Gianfranco Rufa per la brillante e rapida operazione di allontanamento di carovane di nomadi. provenienti da Catania che stava per insediarsi alle Salzare nei 706 ettari di proprietà comunale.

                                                    Ten. Col. Sergio Ierace Comandante Polizia Municipale Ardea e il senatore Gianfranco Rufa

Il Senatore Gianfranco Rufa della “Lega” si complimenta con il corpo della polizia municipale di Ardea e con il suo comandante Ten. Col. Sergio Ierace Il senatore che più volte è venuto ad Ardea proprio per visitare e sollecitare la bonifica del sito all’interno del “complesso immobiliare delle Salzare” meglio conosciuto come il “Serpentone” una zona che è diventata una discarica a cielo aperto e che più volte mandata a fuoco ha intossicato le abitazioni circostanti per un’area di diversi kilometri. Non ultimo la presenza in zona del Senatore Rufa, è avvenuta nel periodo estivo restando scioccato nel visitare il sito. Lo stesso sollecitò anche l’amministrazione comunale affinchè si desse da fare per bonificare l’area e si adoperare per la tutela dei bambini che giocano e vivono nei rifiuti ed in appartamenti diroccati senza acqua ne corrente elettrica, costretti a riscaldarsi con olii riciclati che raccolgono in giro per il paese. Lo stesso Senatore, ha visitò nella sua visita, anche la zona dove sabato scorso una carovana di tre roulotte trainate da auto e un furgone chiuso, una carovana composta da cinque famiglie con relativi bambini piccoli al seguito che avevano affrontato un viaggio da Catania ad Ardea nella zona delle Salzare definita dagli abitanti terra di nessuno, dove vive una folta comunità di “camminanti” nomadi di etnia Sinti. Il senatore Rufa, venuto a conoscenza dalla stampa e da qualche consigliere del suo partito in Ardea, partito, che sta sempre più facendo adepti Rufa scrive al comandante Sergio Ierace e a tutto il suo personale un messaggio di plauso: “Un plauso agli uomini del Comandante Ierace… Ancora una volta ligi al dovere e sempre con prontezza e modi opportuni e istituzionali ha fatto rispettare diritti per il bene di un territorio che la politica non è in grado di difendere nel miglior modo possibile….. L’arroganza e l’abitudine di un popolo che deve essere accolto aiutato ma le cui regole non possono invadere la tranquillità e le leggi italiane del vivere civile dei cittadini di Ardea….. Spero si tenga d’occhio la destinazione delle roulotte e spero non ci sia la solita ipocrita politica che permetta che si rovini culturalmente e strutturalmente un territorio le cui potenzialità non sono certo ancora espresse…”

Per dovere di cronaca va detto che Ierace ha partecipato da giovane ufficiale nel corpo della municipale di Roma alle dipendente del famoso comandante oggi a riposo ma consulente del sindaco di Roma, il Generale Antonio Di Maggio allo sgombero di uno dei più grandi e pericolosi campi rom di Roma quale quello di “Salone”, ed ironia della sorte, alcuni di questi all’epoca bambini li ha ritrovati proprio nel serpentone. Va detto anche detto che gli stessi rom, riconosciuto l’allora giovane ufficiale gli si sono fatti incontro per salutarlo.

Luigi Centore