Raffaella Neoclliti e Anna Maria Tarantino “bacchettano “ il sindaco Mario Savarese sulla questione gestione dei parchi pubblici

Anna Maria Tarantino
Raffaella Neocliti

Raffaella Neoclliti e Anna Maria Tarantino “bacchettano “ il sindaco Mario Savarese sulla questione gestione dei parchi pubblici e non solo. Il sindaco che di fatto nel suo comunicato, da ragione alle due consigliere sostenendo che in precedenza fino alla presentazione di un’interrogazione consiliare da parte della Neocliti,  non sapeva nulla quanto stava accadendo. Su tutte le furie le due spine nel fianco del sindaco  che  con documenti alla mano  smentiscono il primo cittadino e dopo la presa di posizione del sindaco, questi risponde a dir poco in modo puerile e pavido pur essendo un uomo anziano e primo cittadino che avrebbe dovuto affrontare e spiegare i fatti alle prime avvisaglie giunte fin dall’inizio dell’apertura del parco, non soltanto da comuni cittadini, oltre che su vari  articoli dei  giornalisti delle migliori testate nazionali e locali, dalle associazioni come quella del Comitato di quartiere della Nuova California e soprattutto dai  consiglieri comunali, così che il sindaco scrive un articolo giustificativo sulla sua pagina facebook di risposta dal contenuto: “Da più parti mi sono giunte segnalazioni di cittadini che lamentano difficoltà nella fruizione dei parchi pubblici comunali da parte dei bambini.

Non posso entrare nel merito della questione in quanto nessuna segnalazione o esposto in proposito è mai giunto ufficialmente presso l’ente, tuttavia non posso ignorare voci insistenti, specie quando queste mi arrivano da stimatissime persone socialmente impegnate nel territorio. Sperando che tutto quanto accaduto ad oggi sia solo frutto di malintesi, al fine di fugare ogni dubbio e chiarire a tutti quanto quest’amministrazione si è preposta nell’affidare a terzi la gestione di alcuni parchi pubblici, voglio oggi ribadire alcuni punti fondamentali:

  • I parchi pubblici, sebbene affidati alla gestione di associazioni private, restano pubblici nella loro fruibilità;

  • Chiunque, negli orari di apertura, ha il diritto di frequentarli e di godere di eventuali attrezzature ricreative che vi sono installate;

  • tutti i minori possono fruire del parco purché accompagnati da persona maggiorenne che si assume la responsabilità di controllarne il comportamento, sia questo un genitore, un parente, un insegnante o altro;

  • Il gestore del parco a nessun titolo potrà pretendere il pagamento di quote finalizzate alla fruizione dello stesso o delle attrezzature in questo installate; è tuttavia ammessa la vendita di prodotti alimentari e bibite adatte ai bambini;

  • Nel parco si possono organizzare eventi dedicati ai bambini ma anche agli adulti; tuttavia questi devono essere sempre fruibili gratuitamente. Eventuali contributi alle spese organizzative devono essere erogati esclusivamente su base volontaria”.

Alla pubblicazione della giustificazione pubblicata dal sindaco, non si è fatta attendere la risposta della solerte consigliera di opposizione   Raffaella  Neocliti in quota a Fratelli d’Italia che risponde con carte alla mano e pubblica anche un’interrogazione consiliare:

“Raffaella.

Incommentabile il post del sindaco dove fa chiarezza sulla gestione dei parchi pubblici. In evidente contrasto con quanto risposto in aula consiliare. Il primo cittadino nega di aver ricevuto esposti ufficiali e di essere intervenuto dopo la segnalazione di stimatissimi cittadini attivi sul territorio. Ricordo al sindaco che ricopro un ruolo istituzionale, ed è tenuto a rispondere alle mie missive.

Non ho l’abitudine di mentire, io. La solerzia odierna del sindaco nel rispondere, non rappresenta un doveroso intervento oltretutto tardivo, ma una palese azione di propaganda elettorale. Sindaco perché ne lei ne il comando avete risposto l 8 luglio?

Allego pec inviata 8 luglio al sindaco, all assessore, al comando di polizia Locale.”

Altrettanto l’altra attenta e battagliera consigliera di “Cambiamo con Toti” Coraggio Italia, la dott.ssa Anna Maria Tarantino  che nel suo quotidiano “Caro Diario” che pubblica tutti i giorni feriali ed è letto da tantissime persone (forse la più letta di tutti) per cui scrive:

“Ricapitolando :

Alla nostra interrogazione sulla gestione non consona dei parchi pubblici hanno risposto che è tutto regolare. Quindi le lamentele e le segnalazioni dei cittadini sono false. La nostra mozione per ripristinare agevolazioni o esenzioni con il criterio dell’isee o dei nuclei familiari numerosi è stata respinta, perché applicheranno uno sconto a tutti. Uno sconto a tutti significa che chi ha 1 figlio o 4 pagherà la stessa cifra, come chi ha un reddito alto e chi lo ha basso.

Alla nostra interrogazione sul trasporto per persone svantaggiate o con disabilità, servizio a domanda, dove si chiedeva la presenza di un assistente, hanno risposto che l assistente non serve. Dal consiglio comunale ai cittadini… è tutto!” Restano ormai ancora, forse cinque mese  di questa sgarbata amministrazione incapace di gestire buche, parchi pubblici e servizi se non portare a dama qualche contrastata per mantenere come dice un consigliere comunale del M5S, movimento che ha portato a sindaco Mario Savarese su un’onda di speranza e buon governo, naufragato ovunque ed in tutte le istituzioni nazionali, regionali e comunali smentendo tutti i loro valori e la loro stesse regole che volevano cambiare.

Luigi Centore