Omicidio di Varese. Quanto accaduto si poteva evitare?

259
di Antonella Bonaffini
È gravissimo che nonostante i numerosissimi episodi di inaudita violenza, oggi di quanto accaduto a Varese si debba ancora parlare. È gravissimo che non ci siano mezzi adeguati per fermare questi mostri, è gravissimo che ci si debba difendere da soli. Il Pm aveva richiesto l’arresto, non confermato dal GIP, che dispone invece il divieto di avvicinamento. Un padre ucciso, una donna sfregiata. Si poteva evitare? Si, si poteva evitare. Marco Manfrinati, 41 anni, avvocato era un uomo divorato dall’odio. Lavinia, la compagna era costretta a scappare da mesi. Lui la minaccia, le dice che ucciderà lei ed il loro bambino, colpendola con un martello. Viene fermato e nella sua auto viene rinvenuto proprio un martello. L’idea di uccidere la sua ex compagna non lo abbandonava un attimo. Il Pm vorrebbe fosse convalidato l’arresto ma come spesso accade, la misura che viene adottata è quella del divieto di avvicinamento. Una misura debole, che non riuscirà a tutelare né la vita di Laninia né quella dei suoi famigliari. La madre di Lavinia, anche lei avvocato, parla delle innumerevoli denunce e del fatto che in più di un’occasione avesse palesato ai carabinieri i suoi timori. L’arresto di Marco Manfrinati viene trasmesso da tutti i TG e l’immagine che la televisione rimanda, fa letteralmente venire i brividi. Lui ride, provoca, persino seduto al di dentro della pattuglia che lo condurrà al carcere, il ghigno soddisfatto che si scorge sul suo volto, lascia attoniti. Lavinia Limido non è piu in pericolo di vita ma le lesioni riportate sono gravissime. Suo padre non c’è più. Qualsiasi genitore sarebbe intervenuto per difendere la propria figlia da un uomo che, ricordiamolo, da mesi perseguitava la ex compagna. Eppure il GIP decide di non convalidare l’arresto. L’ orientamento della difesa appare subito chiaro. Si punterà sulla infermità mentale ma se Marco Manfrinati riuscirà ad evitare l’ergastolo, qualsiasi sentenza che verrà pronunciata, avrà sulla coscienza un padre di soli settanta anni, un geologo, una persona stimata da tutti, un uomo la cui morte avrebbe potuto forse essere evitata.