O LUI O IO TUONA IL COORDINATORE DI FORZA ITALIA VINCENZO CARI CONTRO FARNETI

IL COORDINATORE DI F.I. VINCENZO CARI RIFIUTA L’INVITO AD UN INCONTRO DEI LIBERALDEMOCRATICI PERCHE’ VI E’ INVITATO A PARTECIPARE ANCHE IL CANDIDATO A SINDACO MARTINO FARNETI

Dott. Prof. Martino Farneti

Hanno dell’incredibile le affermazioni  riferite  dall’Ing.  Francesco Imbarlina  durante una riunione di cittadini,  esponenti di liste civiche e politici come il candidato a sindaco per la lista civica il Dott. Martino Farneti, ex sindaco di Ardea, questore in pensione, di cui i giornali lo definiscono il “super Poliziotto” docente universitario di criminologia forense,   perito balistico di fama mondiale  per aver effettuato perizie sugli esplosivi usati per l’attentato ai giudici Borsellino e Falcone. Noto per il caso Marta Russo (ebbe ragione sul magistrato) , caso Ciondoli  di Cervetri, il caso della “Uno bianca” e l’elenco sarebbe lungo. Farneti ha riferito allo sparuto gruppo di persone presenti all’incontro organizzato da Imbarlina  Coordinatore regionale dei “Liberaldemocratici” della telefonata fatta al coordinatore locale di Forza Italia il quale si scusava di non partecipare alla riunione soltanto perché c’era proprio l’ex sindaco Dott. Martino Farneti.  Il super poliziotto resta stupito,   anche perché non capiva se era uno scherzo o una triste realtà le parole riferite dal coordinatore regionale del nuovo movimento “Liberaldemocratico”  venivano riconfermate lasciando tutti increduli  noi presenti tra cui un pensionato bancario, l’ex sindaco Luca Di Fiori, il presidente del movimento “La voce del popolo” , io e la signora di Imbarlina. Lo stupore di certe affermazioni è stato stupiscono maggiormente,  perché tutti sappiamo che  fu lo stesso allora sindaco di Ardea Farneti nel lontano 1997  a nominare più volte assessore Vincenzo Cari.  Una risposta del genere  Farneti e tutti noi non  ce la saremmo di certo aspettata,  oltre a tanta gratuita irriconoscenza.  Tutti abbiamo preso le distanze da certe affermazioni che da un politico navigato come Cari e per di più coordinatore di un partito come Forza Italia dove il suo fondatore sembra essere più propenso per l’amore che per la guerra. Ad onor del vero, forse hanno dato fastidio il pensiero di uno dei suoi maggiori sostenitori che ha più  volte rimarcato che nella lista che compilerà il candidato Martino Farneti non devono esserci “Pregiudicati ed impresentabili” ?  Ma perché certe affermazioni da Cari? Perché proprio con un sindaco come Farneti?  Certo Imbarlina,  può rispondere per se,  ma per affermazioni  di altri  ne risponda eventualmente l’altro. O perché è una vera spina nel fianco dei tre partiti tipici del centrodestra? Quali Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia, forse Cari ritiene che Farneti  oscuri i partiti di centrodestra rappresentati in Parlamento e quindi  non potrebbero avere  scampo con un candidato di peso come Farneti? Cosa invece che non preoccupa i componenti  le liste, ed il politico che  sta organizzando come  primo degli eletti in Fratelli d’Italia nella precedente votazione e che si dimise per cedere il posto al primo dei non eletti quale l’attuale consigliere Simone Centore, che più volte lo stesso Farneti e i suoi pi’ stretti collaboratori gli hanno  chiesto di candidato nella sua lista FArneti.  Mentre dagli altri rappresentanti  dello schieramento degli originali partiti di centrodestra. Nulla si è saputo degli alleati di Forza Italia come la Lega di Marcucci e come gli altri consiglieri di Fratelli d’Italia che  non hanno aderito all’invito.  Soltanto il segretario della sezione di Fratelli d’Italia  quale Fabrizio Cremonini non ha partecipato rifiutando l’invito fattogli da Imbarlina, forse non riconoscendo il movimento dei Liberaldemocratici.  Sempre ad onor del vero, e con piacere, si fa notare che ha partecipato l’ex sindaco Luca Di Fiori, tra l’altro ritenuto dal vox populi l’oracolo politico di Fabrizio Cremonini.