LUNGOMARE DI MARINA DI ARDEA E VIE PARALLELE DA EVITARE? I CITTADINI CHIEDONO PIU’ CONTROLLI

 

Proseguono i furti sul Lungomare di Marina di Ardea questa volta presa di mira un’abitazione di Via dell’Idrovora a pochi metri entrando da via Bergamo. Questa volta a farne le spese una famiglia di commercianti del Lungomare nel famoso centro commerciale  “Fusco Mare”. I malviventi approfittando dell’assenza dei proprietari che la sera della vigilia di Natale erano andati a Nettuno per la cena con figli, nipoti e genero hanno avuto campo facile nell’entrare. Sfortuna per loro che la casa era ben protetta da sistemi di allarme che come è scattato le forti sirene hanno anche allertato non soltanto i telefonini dei proprietari ma anche l’abitazione vicina da dove è uscito il fratello della vittima e che se pur rapido è stato il suo intervento i malviventi avevano già scardinato una grata della finestra posteriore per  cercare di entrare. Le grida del fratello della vittima ha comunque fatto si che gli scassinatori si dileguassero senza portare via nulla se non lasciare in terra la grata di protezione e abbattere la sirena che è continuata a suonare. Immediato l’intervento dei carabinieri della locale Tenenza la stessa nella quale oggi si sono recati i proprietari per sporgere formale denuncia onde far si che i militi potranno iniziare le indagine per assicurare alla giustizia i responsabili. Purtroppo il lungomare di Ardea e le vie adiacenti sono sempre più preda di malviventi di ogni genere, non va dimenticato l’assassinio di un extracomunitario, pochi anni fa, dai vandali che scardinano sportelli e rompono i vetri delle auto, alle passeggiatrice notturne e pomeridiane, alle aggressioni di ubriachi, ai visitatori di giardini se pur in casa ci sono i proprietari, fatti questi che fanno del Lungomare una zona non proprio idilliaca.

Luigi Centore