LA CONSIGLIERA ANNA MARIA TARANTINO DEL GRUPPO CONSILIARE “CAMBIAMO CON TOTI-CORAGGIO” ITALIA INTERROGA IL SINDACO MARIO SAVARESE SUL PROBLEMA SOCIALE DEI PROFUGHI UCRAICI IN ITALIA

 PER SFUGGIRE AI BOMBARDAMENTI SOVIETICI DELLE LORO CASE ED INFRASTRUTTURE. LA RISPOSTA E’ STATA CHIESTA ORALE DA SENTIRE NEL PROSSIMO CONSIGLIO COMUNALE. PER QUANDO E SE LO SARA’ CONVOCATO IL CONSIGLIO COMUNALE ANCORA NESSUNO SA NULLA

 

In questi giorni stanno sfrattando alcune famiglie dal tristemente noto il “serpentone” delle Salzare un’operazione portata a compimento dalla polizia municipale con l’ausilio delle forze dell’ordine in genere, il tutto organizzato dalla Prefettura di Roma,  ufficio urbanistica e servizi sociali del comune di Ardea. Non si sa se lo sfratto come pensano molti occupanti dei fatiscenti appartamenti che il tutto, si sta facendo per ospitare proprio questi profughi dell’est Europa cittadini ucraici che sono sotto le bombe sovietiche. Così che la consigliera Anna Maria Tarantino di “Cambiamo con Toti- Coraggio Italia” che nell’assise consiliare è collogata insieme al suo compagno di partito Simone Centore nel gruppo misto, i due  sensibili ai problemi di chi soffre, specialmente di chi come tanti cittadini ucraini che per le note vicende belliche sono stati costretti a rifugiarsi in Italia, la consigliera si chiede ma soprattutto lo chiede al sindaco Savarese cosa sta predisponendo per questi milioni di cittadini dell’est, che stanno fuggendo dal proprio paese flagellato dalle bombe da parte di chi vuole invadere la loro terra, si chiede altresì Tarantino, se le organizzazioni del terzo settore in Italia si stanno muovendo per sostenere iniziative di solidarietà.  E tutto in base all’art. 37 del regolamento sul funzionamento del consiglio comunale del comune di Ardea  ha presentato un’interrogazione al sindaco Mario Savarese per sapere: Quali siano le azioni che il comune di Ardea intende porre in essere a sostegno della martoriata popolazione ucraina, specie per quanto riguarda l’accoglienza di monori, donne e delle persone più fragili. Cosa sta predisponendo il Consorzio sociale Pomezia-Ardea?. Si chiede risposta orale nella prossima seduta di Consiglio comunale, secondo quanto previsto dall’Art. 37 comma 3 del summenzionato regolamento.

Anna Maria Tarantino.

 

Luigi Centore