IL FATTO Il sindaco Savarese riporta la viabilità e  sicurezza ripristinando il vecchio accesso dall’antica porta. E per colpe altrui chiede umilmente scusa ai cittadini per il disagio ricevuto

Il sindaco Mario Savarese, con un atto d’imperio, mettendo da parte uno dei più potenti consiglieri e tutto il suo gruppo, sfidando anche una crisi di governo ha autonomamente  deciso ieri sera di revocare l’accesso alla Rocca di Ardea salendo per l’antico Arco della Porta. Va ricordato come questa decisione fu presa dietro insistenza di tanti consiglieri capeggiati dal consigliere più votato del M5S, decisione che ha messo in passato anche in cattiva luce lo stesso sindaco in quanto già i cittadini erano contrari, ma per quieto vivere politico, ha aderito a tale richiesta. Savarese  visto le continue lamentele dei genitori  che dopo aver ritirato i bambini all’uscita della scuola elementare “Giacomo Manzù,  dopo le lunghe attese ad uscire dalla Rocca, le relazioni dei vigili urbani, che sconsigliavano quella decisione di invertire il senso di marcia lasciando tra l’altro,  Ardea con una sola uscita dalla Rocca, ha deciso ed attuato d’autorità il ripristino della viabilità tra gli applausi dei suoi concittadini, attirandosi anche le simpatie di tanti oppositori. Non si sa quali conseguenze politiche porterà questa azione meritoria e di buon senso del sindaco per la sua già turbolenza maggioranza tenuta in piedi proprio dal consigliere che pretese tale cambiamento e dal suo gruppo. Questa mattina oltre sei agenti della locale municipale coordinati dal Cap. Marzia Sgrò hanno eseguito con professionalità e sicurezza per la circolazione il ripristino della vecchia viabilità espletando anche funzioni i semplici operai, tra la soddisfazione dei genitori e degli avventori della piazza. Purtroppo ad Ardea spesso tanti consiglieri si comportano da “ bambini capoccioni” non ascoltando ne il popolo ne il sindaco e forti della loro forza politica condizionano certe scelte.    Dalle ore 07.30 di oggi è stato possibile lasciare l’antico borgo uscendo nuovamente anche da via dei Rutuli. Mentre, Via degli Etruschi resta percorribile nei due sensi di marcia. In politichese lo stesso primo cittadino per non toccare la suscettibilità di certi “capoccioni” del suo movimento che spesso non ascoltando i suoi consigli e creando così disservizi, (basta ricordarsi dell’installazione abusiva di un opera marmorea raffigurante un uccello airone cenerino simbolo di Ardea, installato abusivamente ed abusivamente tolto) Il sindaco ha spiegato molto umilmente e per amor di maggioranza, che “La viabilità era stata modificata in via sperimentale” insomma un po’ come quello che cadendo da cavallo disse “tanto dovevo scendere”. Savarese molto umilmente e per colpe non sue, ha Chiesto con un comunicato “scusa ai cittadini per il disagio procurato”. Un grazie per l’alta professionalità è stato elargito al Dirigente della municipale ed al facente funzione di comandante Cap. Marzia Sgrò.

Luigi Centore