I VILLEGGIANTI ROMANI: QUI AD ARDEA PER I RIFIUTI IN STRADA CI SENTIAMO COME A CASA NOSTRA GRAZIE M5S

Incendio lambisce vasta area di terreno a Tor San Lorenzo in via dei Casali di San Lorenzo strada che inizia da via Laurentina verso via Campo di Carne nella zona dei campeggi e dove c’è anche il plesso scolastico della scuola media. Quattro unità dei vigili del fuoco di Pomezia, una della protezione civile, più volte i camion botte si sono dovuti rifornire di acqua presso la presa della scuola media di via di Campo di Carne , per aver ragione del fuoco, l’incendio che per domarlo ci sono volute circa tre ore di intenso lavoro da parte dei valenti e coraggiosi vigili del fuoco che tanto è stato il loro impegno e la loro professionalità ad uscire indenni da un “infermo di fiamme” che si sprigionavano nei campi ma soprattutto dalle discariche di rifiuti domestici abbandonati lungo via dei Casali di San Lorenzo. L’opera svolta dai vigili del fuoco ha evitato che le fiamme potessero raggiungere i vicini campeggi creando difficoltà ai villeggianti, e bruciando ogni cosa. Il fumo intenso ha costretto molti pompieri, ad indossare i respiratori mentre gli abitanti delle case sono stati fatti andare all’interno delle abitazioni in attesa che le fiamme venissero domate. Non è il caso descrivere il “pensiero” dei villeggianti e degli abitanti della zona, per il ripetersi degli incendi delle discariche dovute all’inciviltà degli zozzoni incoscienti e alla mancanza dei permessi ed ordinanze comunali che impongono alla concessionaria di bonificare ogni giorno le discariche stesse in quella particolare zona ed in tutto il territorio. Bonifiche che sono fuori dal capitolato e che devono essere pagate come extra, discariche dove non si riesce mai a denunciare all’autorità competente i piromani facendo si che gli esosi costi  delle tabelle dei prezzi ricadano sui cittadini residenti e non che pagano la Tari. Inutile riportare quanto diceva un campeggiatore infuriato contro gli amministratori locali, i quali ci hanno testualmente detto: “Noi veniamo da Roma per poter respirare un po’ di aria pulita, purtroppo veniamo avvelenati dai fumi tossici dei rifiuti. L’uomo conclude dicendo, credo che questa amministrazione come quella di Roma restano incapaci a far si, di ripulire i rifiuti abbandonati in strada che creano dopo il fuoco materiale combusto altamente tossico nocivo che se raggiunge per eventuali piogge i fossi e di li il mare le acque vengono inquinate. Forse la stessa amministrazione locale, sapendo che veniamo da Roma vuole farci sentire come a casa nostra. Vergognosi”.                                                               Luigi Centore