DISCARICA DI RONCIGLIANO: IL TAR NON ACCOGLIE LE RICHIESTE DEL COMUNE DI ARDEA. IL COMMENTO DEL SINDACO: «CONTINUEREMO A LOTTARE PER TUTELARE I CITTADINI»

206

 

L’ordinanza del Sindaco Metropolitano di Roma Capitale relativa ai conferimenti dei rifiuti all’interno della discarica di Roncigliano resta valida. Il Tar del Lazio, infatti, ha respinto la richiesta avanzata dal Comune di Ardea per sospendere l’efficacia del provvedimento e conseguentemente bloccare i conferimenti dei rifiuti di Roma, che allo stato attuale stanno proseguendo senza sosta.

Il Tar, nel respingere le richieste del Comune, ha ritenuto “indimostrato che il conferimento in discarica disposto dagli atti impugnati sia causa di un eventuale aggravamento del danno ambientale o di pregiudizio per la salute delle persone” e non ha ritenuto sussistente il “periculum in mora” vista la “grave e persistente crisi legata alla gestione dei rifiuti”.

«Apprendo con stupore e amarezza l’esito dell’ordinanza cautelare resa dal Tar del Lazio relativa alla discarica di Roncigliano, soprattutto per quanto riguarda le motivazioni inserite nella decisione adottata – commenta il Sindaco di Ardea, Maurizio Cremonini -. Garantisco che continueremo a tutelare, in ogni sede e con qualsiasi strumento che avremo a disposizione, la salute e i diritti dei nostri cittadini, per mettere fine a questo atto d’imperio di Roma che continua a sversare i propri rifiuti sui nostri confini. La tutela della popolazione è al primo posto fra le priorità dell’Amministrazione Comunale – conclude il Sindaco -. Per questo, con gli altri Sindaci della zona e, in particolare, con il collega di Albano Laziale, Comune dove insiste territorialmente la discarica, abbiamo stabilito una fitta collaborazione per trovare una soluzione all’annoso problema dei rifiuti della Capitale che finiscono sui territori della provincia, con tutti gli effetti negativi che ne derivano».