TUTTO PRONTO PER SAN MICHELE 2022

Programma ricco su cui l’amministrazione comunale ha investito 90 mila euro

Si torna alla normalità con bachi, luminarie e spettacolo pirotecnico. Il nome di punta sarà Max Gazzè

 

di Riccardo Toffoli

Tutto pronto per i festeggiamenti del Santo Patrono. Quest’anno l’amministrazione comunale ha voluto investire di più, cercando di portare San Michele ai livelli di pre-pandemia. Sono 90 mila euro i fondi pubblici, tra lo stanziamento comunale e i fondi regionali, che andranno a finanziare una festa di ben sei giorni tra l’antipasto dei Salotti Culturali come lo chiama l’assessore alla cultura Gianluca Fanucci e i quattro giorni veri e propri di festeggiamento che partiranno giovedì 29 e termineranno domenica 2 ottobre. Non ci saranno più vincoli o limitazioni dovuti alla pandemia. I banchi saranno come l’anno scorso e tornerà il bellissimo spettacolo pirotecnico come negli anni passati. Il nome di punta è Max Gazzè che si esibirà sul palco di piazza Roma sabato 30 settembre. “Nelle ultime edizioni abbiamo dato la possibilità ai cittadini di avere il programma dei festeggiamenti già ad agosto. –ci ha detto l’assessore al commercio Alessandro D’Alessandro- Anche quest’anno confermiamo questa tendenza. Questo ci permette non solo di coinvolgere nel programma del santo patrono i nostri cittadini, ma anche guardare ai Comuni limitrofi”. “Per quanto riguarda il nome di punta, ossia Max Gazzè –ci continua sempre D’Alessandro- abbiamo riscontri sui social abbastanza positivi. Dopo due anni di stop ci tenevamo anche noi a riportare lustro alla città. Questo è stato possibile grazie a tanti attori, non solo la giunta ma la Pro Loco che si è messa subito in gioco e alla radio locale Studio93 che grazie ai suoi rapporti ha permesso di avere sul nostro territorio un cantante di livello molto alto”.

65 MILA EURO DI FONDI PUBBLICI – Per questo San Michele, l’amministrazione comunale non bada a spese. Sono 65 mila euro i fondi pubblici tra amministrazione comunale e Regione Lazio. “E’ un impegno che l’amministrazione si è presa a cuore. – ci dice sempre l’assessore D’Alessandro- Ci teniamo a mettere in piedi un San Michele che vede la partecipazione economica dell’amministrazione pubblica, ma anche dei privati. Sapevamo che non sarebbe stato semplice avere in modo forte l’impegno dei privati colpiti prima dalla pandemia e ora dalla crisi energetica. Così abbiamo per San Michele un finanziamento regionale e un maggiore impegno economico dell’amministrazione comunale. Abbiamo ipotizzato un impegno di spesa di 90 mila euro. Questo fa capire quanto ci teniamo”. L’anno scorso i festeggiamenti del Santo Patrono sono costati all’amministrazione comunale appena 29 mila euro.

I SALOTTI CULTURALI  – I quattro giorni di festeggiamenti sono preceduti dai Salotti Culturali. “I Salotti sono sempre nei festeggiamenti di San Michele. –ci dice l’assessore alla cultura Gianluca Fanucci- Ho voluto dare un rilievo diverso e più rispettoso agli artisti che si esibiscono, anticipando i Salotti di qualche giorno. Così i Salotti fanno un po’ da antipasto al programma dei festeggiamenti. Anticipiamo al weekend prima dei festeggiamenti del Santo Patrono, così abbiamo il palco tutto a favore delle nostre attività associative. La manifestazione si terrà a piazza delle Erbe venerdì 23 e sabato 24 settembre. Contiamo di finire le esibizioni entro le 20.30 con inizio venerdì alle 17.30. L’intenzione è quella di creare uno spettacolo dinamico, una sorta di show, l’impegno degli artisti c’è tutto. Ci sarà l’esibizione di tutte le arti: musicali, letterarie, teatrali, pittoriche, fotografiche. Come l’anno scorso ci sarà la collaborazione di due maestri: il venerdì Loris Zecchin e il sabato Antonio De Waure”.

IL 29 SETTEMBRE E’ DEDICATO ALLA FUNZIONE RELIGIOSA  – Se anticipare i Salotti significa dare più vetrina all’operato delle associazioni, così il 29 settembre è il giorno interamente religioso. “Vogliamo dare a tutti il proprio spazio senza sovrapporsi. –ci spiega D’Alessandro- La festa religiosa non si accavallerà ai festeggiamenti civili. Giovedì quindi è dedicato alla cerimonia religiosa. Si terrà la funzione religiosa e a seguire la processione. La banda La Pontina seguirà la processione. L’associazione Infiorata Città di Aprilia realizzerà un quadro del San Michele”. Non presenzierà purtroppo né il nuovo Vescovo Vincenzo Viva (causa impegno parallelo) né il cardinale Marcello Semeraro.

TORNA IL BELLISSIMO SPETTACOLO PIROTECNICO MENTRE SPARISCE LO SHOW DEI COMICI – Da venerdì a domenica ci saranno i festeggiamenti civili. Si darà spazio alla musica. Cassato l’appuntamento con i comici. Si apre venerdì con gli SciROCKati un gruppo rock di professionisti che proporranno i più grandi successi della musica italiana. Precederanno l’esibizione i La Vecchia Farfisa che ha vinto il contest musicale di luglio. “È un gruppo molto interessante del nostro territorio. –ci anticipa Fanucci- Nonostante la giovane età sono in grado di stare sul palco di San Michele”. Sabato sarà la volta di Max Gazzè e domenica il consueto Premio San Michele con la premiazione dei cittadini che si sono particolarmente distinti.

BANCARELLE E LUMINARIE – I banchi saranno come l’anno scorso. “Il bando dell’anno scorso ha funzionato e quest’anno abbiamo riconfermato la stessa struttura che potrà essere considerata in pianta stabile anche per i prossimi anni. –ci dice D’Alessandro- La passeggiata tra i banchi sarà arricchita da uno spazio per il marchio Aprilia in Latium e per l’appuntamento consueto del mercato dell’antiquariato”. Anche le luminarie saranno come sempre mentre i fuochi d’artificio torneranno al buon livello del pre-pandemia. I ringraziamenti degli assessori vanno a tutti coloro che rendono possibile quest’evento. “In primis la Pro Loco, il determinante aiuto di Studio93 –ci dicono- e poi tutti i protagonisti che non si vedono: le forze dell’ordine, la Protezione Civile, l’Asam, la Progetto Ambiente. Senza il loro prezioso aiuto, una festa così grande che riceve migliaia di presenze non si sarebbe fatta”.