COMUNICATO DE PARTITO DEMOCRATICO APRILIA

Maggior coinvolgimento delle associazioni in ambito socio sanitario per seguire il funzionamento della Casa della Salute e, in ambito socio assistenziale, per rispondere alle esigenze dei diversi target di utenza; potenziare l’offerta culturale del polo bibliotecario ed individuare forme di gestione per il servizio di ricovero e custodia degli animali: questi, in sintesi, i punti più urgenti emersi nel corso del Forum del Terzo Settore tenutosi lunedì 20 gennaio presso la nuova sede del Pd, in via Augusto 38, alla presenza di numerose associazioni che operano nel territorio apriliano.

Il solo riconoscimento del ruolo delle associazioni del Terzo Settore, che rappresentano un presidio fondamentale per la tenuta sociale della nostra comunità, non basta; a questo deve seguire necessariamente l’impegno preciso per attivare i processi di integrazione condivisa e partecipativa.

Il Partito Democratico ha voluto con questo incontro dare un segnale forte della propria attenzione ai temi legati alle attività svolte e ai problemi patiti dalle organizzazioni del Terzo Settore in vista dell’incontro con l’assessore alle politiche sociali della Regione Lazio Alessandra Troncarelli.

L’argomento più sentito ad Aprilia resta quello della sanità: l’apertura della Casa della Salute di Aprilia, che serve un bacino di circa 125 mila abitanti corrispondente al territorio dei comuni del Distretto socio-sanitario LT1 (Aprilia, Cisterna di Latina, Cori e Rocca Massima), è stato un tassello importante, tuttavia è ancora in corso il processo che condurrà alla piena operatività della struttura.

Al sistema dei servizi socio sanitari andrebbe inoltre affiancato un adeguato impianto di servizi socio assistenziali, di tipo non ospedaliero: una città grande come Aprilia,  in ragione dello stato di bisogno dei diversi target di utenza e delle esigenze specifiche di protezione sociale e di assistenza sanitaria di ciascun individuo, necessiterebbe anche di un punto di ascolto, nonché potenziare un centro per i senza fissa dimora.

E tra i servizi pubblici erogati, non sono mancati i riferimenti a quelli culturali. La struttura pubblica che maggiormente assicura servizi amministrativi di supporto alle attività culturali resta senza ombra di dubbio la biblioteca, punto di riferimento per i giovani e gli studenti. Le biblioteche rappresentano un’opportunità educativa alla quale bambini e giovani possono accedere a prescindere dalle condizioni socio economiche della famiglia di provenienza. Se da un lato la presenza di un polo bibliotecario ad Aprilia garantisce un servizio cruciale, dall’altro – malgrado le indagini rivelino un aumento delle famiglie con una situazione di potenziale disagio economico – il servizio risulta ancora carente in particolare per la fascia di utenza della scuola primaria e dell’infanzia. Per questa ragione andrebbe creato un progetto per avvicinare alla lettura i bambini, attivando anche una ludoteca. Finora è mancata la volontà di investire, sia in termini di risorse umane ed economiche, per aumentare la qualità del servizio, che andrebbe adeguato alle esigenze della popolazione scolastica ed universitaria.

 

Infine è stato toccato un tema verso il quale la comunità apriliana si è sempre mostrata molto sensibile, quello animalista. Da anni si parla di realizzare un canile comunale, nonostante ciò il Comune di Aprilia ha deciso di interrompere bruscamente il rapporto con una struttura del nostro territorio, senza dare risposte certe ed esaustive sul tipo di gestione che si vuol dare nel prossimo futuro, né garantire le condizioni in cui versano gli animali con gli standard sanitari previsti dalla legge.

 

Claudio Moscardelli – Commissario PD Aprilia