ARDEA. MA QUANTO CI COSTA DI SPESE PROCESSUALI PER AVER CEDUTO LE FARMACIE COMUNALI? QUANTO CI COSTANO QUESTE DIFESE TEMERARIE?

                        La consigliera AnnaMaria Tarantino  – Comune di Ardea

Ancora una volta condannato il comune di Ardea in una causa civile, ancora una volta il comune malgrado l’insistenza ed i pareri legali stilati da avvocati di fiducia dell’amministrazione del M5S, pareri che gli danno la forza di resistere contro le prime sentenza emesse in loro danno dalla Giustizia Italiana. Non ultima quella sulle farmacie. Spese che fanno uscire soldi dalle casse comunali per risarcimenti di migliaia e migliaia di euro. Insomma denunce al limite delle “Querele temerarie” . Chi paga ora queste spese? Chi pagherà eventualmente i danni che dovessero essere richiesti come risarcimento danni per l’insistenza di una Amministrazione che vuole far vedere che difende il “portafogli” dei cittadini? Ma che alla fine della fiera fa pagare ai cittadini stessi le spese senza tentare neppure una transazione? (Quella emessa a favore dell’ex consigliere Luca Fanco Docet). Questa è un’amministrazione oculata? A volte lascia pensare che forse lo si fa soltanto per far parlare di se, dal motto della “Cola Cola”: Parlatene, parlatene male ma parlatene. Oggi la consigliera Anna Maria Tarantino, tra le più votate nella lista del M5S al comune di Ardea, grazie alle tante persone che la stimano e che dopo tanti dissidi ed incomprensioni, oltre ad aver notato l’incapacità amministrativa e l’arroganza del proprio “io” tra i componenti del M5S, si trasferì in altro movimento dello schieramento di centrodestra, “Coraggio Italia con Giovanni Toti) diventando insieme al suo compagno di partito, una spina nel fianco dei suoi vecchi compagni di cordata, compagni che stanno portando nel baratro più profondo un comune come quello di Ardea, una rovina che neppure quelli di prima non erano riusciti a portare così in basso. E non basterà far vedere che asfalteranno alcuni Km di strade sotto le elezioni per far dimenticare al popolo i danni di questa Amministrazione. Ora i consiglieri del M5S, tradendo i loro principi, di mai con quelli di Bibbiano, mai con il Pd (resta nella storia il discorso della Vicepresidente del Senato Paola Taverna contro i futuri alleati Piddiessini, che li definì M……………………acce” due legislature e poi a casa, solo all’avviso di garanzia ci si doveva dimettere, si doveva pagare una gabella al Rousseau, ora alleati con il Pd, liste civiche, tanto che nel “Vox Populi” è convinzione di tanti cittadini che ormai il M5S, da padrone è diventato suddito del suo alleato Piddino i cui segretario politico è stato per due decenni circa seduto nell’Assise consiliare. La Tarantino da Facebook nel suo “caro diario” giornaliero, scrive:

“7 settembre 2021

Caro diario,  – Vorrei dare una misura economica alla follia del Comune di Ardea. Ora ha finalmente affidato il servizio delle farmacie a chi aveva vinto la gara, la Sas Bartolomucci Roberta Francesca. Ma proprio poco prima di Ferragosto ha pagato la modica cifra di 8.900 euro per le spese della lite del ricorso al Tar fatto dalla Sas Bartolomucci Roberta Francesca. Soldi che il Tar ha imposto di pagare con una bella condanna.                        Per la serie…..quando vuoi fare le guerre inutili……questo è il prezzo da pagare.                 A questo aggiungiamoci pure la consulenza dell’avvocato che ha difeso il Comune…..        Anna Maria”

Sotto il commento di un semplice cittadino ripreso dalla sua pagina Facebook: “Giovanni Cucuzza Ma i cittadini non devono sapere delle spese inutili che pagano per i capricci di sindaco e Giunta incapaci e presuntuosi”

Luigi Centore