APRILIA – PARTONO I LAVORI PER IL RADDOPPIO DELLA CONDUTTURA FOGNARIA NEL CENTRO

264

Interventi finanziati dal Ministero dell’Interno per circa 3 milioni di euro

L’assessore ai lavori pubblici Luana Caporaso: “Saranno risolutivi sul problema degli allagamenti”

di Riccardo Toffoli

Partono i lavori per il raddoppio della conduttura nel tratto di via dei Mille: quello che cinque anni fa sembrava un qualcosa di irrealizzabile ora è realtà. Gli interventi prevedono l’utilizzo di circa 3 milioni di euro di due finanziamenti del Ministero dell’Interno e risolveranno definitivamente il problema degli allagamenti in centro urbano. O almeno questa è la speranza dell’assessore ai lavori pubblici Luana Caporaso che, insieme a tutto l’ufficio lavori pubblici, ha messo in piedi una progettualità che sarà realizzata in due anni e che permetterà il raddoppio dell’attuale fognatura. Oggi la fognatura che attraversa il centro urbano, la fognatura portante che attraversa via dei Mille è “mista”. Significa che raccoglie sia gli scarichi delle nostre case per intenderci, le cosiddette acque nere, sia le acque piovane. E così succede che quando ci sono piogge intense, come purtroppo sta accadendo sempre di più in questi ultimi anni, la fognatura si riempie a tal punto che non solo non è più in grado di ricevere acqua o scarichi, ma cerca degli sbocchi per far uscire quella che è di troppo. E così è capitato in passato che persino le case si sono allagate, con gli scarichi di alcune abitazioni, specialmente a ridosso di punti delicati e affossati, che hanno iniziato a tracimare. Molto più spesso invece, accade che ci sono zone che vengono sommerse dalle acque durante le piogge intense. I tratti critici sono stati individuati in via Aldo Moro-Via Mascagni, via dei Mille-via Fermi e via dei Mille-via Matteotti. L’ipotesi a cui ha lavorato l’assessorato ai lavori pubblici è stata quindi quella di raddoppiare la conduttura fognaria di modo che quella attuale venga lasciata per gli scarichi domestici, le acque nere insomma, mentre quella nuova sarà destinata alla raccolta delle acque piovane che confluiranno in una vasca di raccolta nel parco dei Mille lato via Matteotti. Tra l’altro è un intervento importante anche dal punto di vista della sostenibilità ambientale. L’intervento è molto oneroso ed è servito un finanziamento apposito del Ministero dell’Interno. Un milione di euro servirà per il tratto di via dei Mille dall’incrocio con via Giovanni XXIII all’incrocio con via Matteotti e il tratto della Nettunense, un altro milione di euro per sistemare via Fermi e la parte nord quindi di via dei Mille e infine un milione di euro servirà per via Aldo Moro-via Mascagni. Ora stanno per partire i lavori su via dei Mille, dal parco all’incrocio con via Matteotti.  “Ce l’abbiamo fatta, -ci spiega l’assessore ai lavori pubblici Luana Caporaso- grazie al finanziamento del Ministero dell’Interno questo primo tratto di via dei Mille che va dall’incrocio con via Giovanni XIII fino all’incrocio con via Matteotti e poi da qui con via Nettunense sta per partire. La ditta che deve eseguire i lavori ha avuto qualche ritardo dovuto a delle difficoltà di reperire il materiale. Ma insomma si tratta di giorni. La strada sarà chiusa al traffico. Si lavorerà a step: il tratto dal parco fino all’incrocio con via Matteotti sarà totalmente chiuso. Verrà lasciato il passaggio per i soli residenti”. Per la scuola Arcobaleno invece, è previsto un nuovo ingresso provvisorio dall’interno del parco dei Mille. Il nuovo ingresso è già utilizzato da diversi giorni per permettere ai bambini di abituarsi alla nuova situazione. “L’intervento –dice Caporaso- prevede la realizzazione di un’intera nuova tubazione per la raccolta dell’acqua piovana che andrà a confluire in una vasca di raccolta all’interno del parco dei Mille, lato via Matteotti”. Questo primo intervento è legato al secondo finanziamento del Ministero dell’Interno su via Fermi. “Per questo intervento è stata affidata già la progettazione. –riprende Caporaso- Il progettista sta armonizzando il nuovo intervento con quello che sta partendo in questi giorni”. Nel frattempo partiranno anche i lavori su via Aldo Moro e via Mascagni. “Abbiamo già fatto una serie di conferenze dei servizi. –continua Caporaso- Tutti i gestori si sono resi disponibili, ma i lavori sono molto complessi. Nello scavare troveremo tutta una serie di problematiche che interesseranno sicuramente più enti. Per questo abbiamo contattato tutti coloro che potevano in qualche modo essere coinvolti. Si sono per fortuna tutti resi disponibili a risolvere eventuali problemi che si proporranno”.