APPELLO AL DOTT. ANDREA SERPIERI   FUNZIONARIO IN ARDEA PER LA CONCESSIONARIA RACCOLTA RIFIUTI SOLIDI URBANI “IGIENE URBANA PENSACI TU”

435

 

Ancora in uno stato di abbandono via Pavia, dove la discarica di rifiuti gettati dagli zozzoni a cielo aperto la fanno da padrona, purtroppo si ripulisce soltanto quando escono articoli sui vari giornali locali, ma nessuna iniziativa viene presa dalla concessionaria per la raccolta dei rifiuti e del riassetto del territorio. Una strada classificata comunale che da anni è parzialmente chiusa al traffico, forse rasentiamo qualche interesse dell’autorità giudiziaria per la chiusura di una strada perchè piena di rifiuti e sconnessa?  Strada che collega via di Pratica di Mare a via Rieti, vi è la tenenza dei carabinieri ed la sede del comune con relativo ufficio del sindaco, oltre al quartiere denominato Monte del lupo dove ci sono molte abitazioni dove di recente a seguito di un articolo si sono risentiti due politici il consigliere capo della Lega e capogruppo consiliare della stessa, che ha anche in giunta due assessori una delle quali con delega all’ambiente. Entrambi incapaci di risolvere il problema della viabilità su quella strada invasa da rifiuti, la cui apertura allieverebbe i cittadini di Monte del Lupo, e della Banditella Alta e di parte della Nuova Florida-Rio Verde per raggiungere il mare e di lì Anzio. Certo un tratto è senza asfalto ma questo non vuol dire che deve essere una discarica, purtroppo il  settore bonifiche o riassetto del territorio, in certi punti come via Pavia,  lascia a desiderare non essendoci asfalto, ma quante strade non sono asfaltate alla Nuova Florida e pure non hanno discariche in essere?  Sarebbe opportuno che i due big della Lega l’assessore ed il capogruppo sollevino il problema facendo in primis bonificare la strada dalla concessionaria e poi eventualmente farla asfaltare. Certo resta un’impresa impossibile, ma almeno a farla livellare con dei mezzi meccanici sarebbe possibile? I cittadini si domandano se l’amministrazione non ha i soldi per acquistare un paio di camion  di “scaglie di tufo” e pagare un muratore che rialza il pozzetto della condotta fognaria, ormai sotto il livello stradale erosa dalle acque piovane che hanno creato solchi alla strada  che neppure un potente aratro avrebbe potuto realizzare, inutile proseguire. Molti cittadini si chiedono cosa fa la polizia municipale?  Ha preso provvedimenti in merito? Se si quali, se si perchè non comunica una strada chiusa all’Autorità Giudiziaria, forse siamo al limite dell’omnissione di atti d’ufficio? Ve lo chiedono i cittadini consapevoli che se la strada viene normalmente trafficata non ci saranno zozzoni che andranno a gettare rifiuti. “Igiene urbana pensaci tu”

Luigi Centore