Visual merchandising in farmacia: così si vende con gli occhi

311

In un’epoca sempre più digital, in cui siti web, e-commerce e canali social sembrano farla da padrone, si tende spesso a dimenticare l’importanza della vendita tradizionale, quella che avviene negli store fisici. Eppure il commercio “offline” è ancora uno dei capisaldi dell’economia nostrana ed è per questo che è così importante sostenerlo con le giuste tecniche di vendita, la comunicazione più performante e, soprattutto, con il giusto visual merchandising.

Tra i negozi fisici in cui si reca più spesso ci sono proprio le farmacie: qui la maggior parte della clientela acquista praticamente di tutto, dai farmaci ai prodotti per l’infanzia e l’igiene personale, dai cosmetici agli integratori, dai prodotti ortopedici a quelli solari. Tra l’altro, complice una crescente competitività non solo tra farmacie fisiche, ma anche online, ognuna di queste attività ha sempre maggiore necessità di conquistare nuovi clienti e fidelizzare quelli già presenti. Per farlo, una delle armi più efficaci è senza dubbio proprio il visual merchandising, ovvero la strategia che suggerisce il miglior modo di presentare i prodotti al cliente finale, ovvero il posizionamento dei prodotti sugli scaffali, la loro disposizione strategica, persino gli accostamenti di colore e la presenza di elementi sorpresa che possono attirare velocemente l’attenzione del cliente e spingerlo all’acquisto.

Come operare un visual merchandising di sicuro impatto? Secondo PhDesign, che ha guidato la ristrutturazione di molte farmacie sul territorio di Roma e Lazio, la scelta visual perfetta è il frutto di un mix ben calibrato di marketing e design.

Come vendere a colpo d’occhio: i capisaldi del visual merchandising in farmacia

Presentare i prodotti nel modo giusto, organizzarli in modo strategico, scegliere degli elementi “catch-eye” che catturino l’attenzione del cliente: sono questi alcuni degli elementi del visual merchandising vincente, quello che phdesign.it propone alle farmacie che intendono puntare su un visual davvero eccellente per conquistare e fidelizzare la propria clientela. La soluzione proposta da PhDesign è il perfetto mix tra marketing e visual, tra arredi funzionali e una comunicazione unica capace di trasformare l’esperienza del cliente che entra in farmacia in un momento piacevole e appagante.

Non solo: puntare sul giusto visual merchandising permette non solo di accrescere la clientela, conquistando così nuovi acquirenti, ma anche di rinforzare il proprio brand rendendolo unico e riconoscibile, permettendogli così di sbaragliare la concorrenza.

Gli elementi di visual sui quali occorre prestare maggiore attenzione, dunque, sono senza dubbio la disposizione dei prodotti, il modo di presentarli e comunicarli, ma anche il sistema con in quale si gestisce lo spazio a disposizione e persino la scelta della giusta illuminazione. Un’idea vincente è, ad esempio, quella di disporre i prodotti più importanti in un posto di primo piano, magari illuminati da faretti che ne enfatizzino la presenza. L’importante è collocare i prodotti secondo un ordine logico e possibilmente cromatico, meglio se raggruppando i prodotti dello stesso brand, in modo tale che il cliente possa riconoscere a colpo d’occhio ciò che sta cercando o sia facilitato nell’acquisto dalla presenza di aree tematiche, meglio ancora se chiarite dalla presenza di cartellini o indicazioni varie. Un’altra scelta strategica è quella di collocare i prodotti che si intende “spingere” sugli scaffali più centrali, quelli che sono immediatamente visibili al cliente in quanto posti alla giusta altezza.

Effetto sorpresa e giornate speciali: ecco come conquistare i clienti di una farmacia

In ogni farmacia, sebbene fisica, è importante creare dei punti interattivi che possano rendere più piacevole e coinvolgente il customer journey del cliente: display interattivi o schermi lcd in cui si mostrano i prodotti in maniera virtuale, ma colorata, luminosa e coinvolgente, sono un ottimo modo per attirare l’attenzione del cliente e spingerlo ad acquistare, o quantomeno a chiedere informazioni su quel prodotto, introducendolo di fatto al percorso d’acquisto. Qui, una volta completata la vendita, starà alla bravura e capacità del farmacista provare ad operare un cross selling, suggerendo al cliente l’acquisto di prodotti “collaterali” a quello già acquistato.

Un altro elemento cardine del buon visual merchandising è senza dubbio l’ordine: mantenere lo spazio della farmacia sempre ben ordinato, senza creare sezioni confuse o nelle quali i prodotti non si vedono bene, è sempre il miglior modo per vendere. Fondamentale, poi, rispettare le festività creando corner appositi, subito riconoscibili da chi entra in negozio, in modo tale da informarlo visivamente fin da subito della presenza di prodotti speciali, dedicati proprio a quel periodo. Stesso discorso, naturalmente, per le giornate dedicate: è possibile organizzare nella farmacia delle giornate speciali nelle quali si offre, ad esempio, di testare un nuovo prodotto o si promuove una linea di integratori, cosmetici o simili offrendo consigli e consulenze.

Organizzare per bene giornate di questo tipo, distribuendo qualche giorno prima dei volantini dedicati o comunicando in farmacia attraverso display interattivi o semplici cartonati l’appuntamento, permetterà di avere una clientela ben in target che, molto probabilmente, si trasformerà in acquirenti.