VANDELLI BONAFFINI : SPOLETO SI TINGE DI MAGIA

Vandelli Event Design Art annuncia la mostra

                               MARCELLO VANDELLI  e ANTONELLA BONAFFINI

 Il 25 Settembre sarà il noto critico d’arte Marco Grilli ad aprire la mostra che in Umbria, vedrà un interessante passo a due tra il Maestro Modenese Marcello Vandelli, che la critica considera uno dei maggiori esponenti della Pop Art Italiana, e la Messinese Antonella Bonaffini, alias la Pittrice Del Buio, da Vandelli ospitata. Due stili difformi i loro, che nella intrinseca diversità che li contraddistingue sembrano, di contro, sposare la stessa passione per l’arte, lo stesso disincanto nell’ approcciarsi alla vita per poi semplicemente argomentare. Vandelli lo fa da simbolista, affidando il suo urlo a delle figure, le stesse che lo vedono spesso protagonista al di dentro dei suoi lavori, la Bonaffini sposa invece una chiave più romantica ma che, a parer di molti, trasuda forza. Vittorio Sgarbi di Marcello Vandelli affermo’ che il suo sopra elevarsi, portando avanti una pittura che lo distacca nettamente dai simbolisti che lo hanno preceduto, farà sì che di Vandelli sentiremo sicuramente a lungo parlare. I dipinti del pittore Modenese danno molto spazio alla figura della donna, nella celebrazione di un aspetto intimamente passionale, ma di contro, sono anche dipinti di manifesta e decisa denuncia sociale. Tutto in Vandelli è ragionato, anche il compasso che, tra le sue dita, riesce a delineare triangoli. La Bonaffini, fu in Umbria che annunciò il passaggio dal buio al colore, momento che a parere della critica, segnò la sua fortuna pittorica. Il Diavolo e L’ Acqua Santa, una mostra a cura  di Eleonora Tabarelli, che si svolgerà nelle sale dell’Ex Monte di Pietà, patrocinata dal Comune di Spoleto, dal 25 settembre al 3 di ottobre, con vernissage fissato alle 16.30. Ed anche questa volta, e noi ne siamo certi, a vincere sarà il colore!.                                                                                                                        Bruno Jorillo