LO SGUARDO DEL CINEMA SU ROMA VIAGGIO NEL SENSO DEI LUOGHI

 

 

di antonella bonaffini

 Roma, il cinema e i luoghi della città visti da una particolare prospettiva, con un approccio di orientamento semiotico. È questo che ci offre il libro di Paolo Ricci. L’attenzione è infatti focalizzata sul cinema come strumento di valorizzazione di spazi che sono divenuti simbolici, creando così un immaginario su Roma come città eterna in cui ci si può perdere guardandola nello schermo, ma nella quale ci si può ritrovare passeggiando per i luoghi che il cinema ha mostrato.

Il senso e l’identità di un luogo, sono manipolati da diversi soggetti che vi entrano in contatto. Come avviene ciò? Quali discorsi e configurazioni discorsive vengono prodotti? Che relazioni si creano tra un luogo e il cinema rispetto ai diversi programmi narrativi, rispetto alle regie, ai generi? Quali sono i processi tramite i quali avviene la rappresentazione e come quest’ultimo fenomeno è rilevante nella quotidianità culturale? I luoghi di Roma non sono solamente entità fisiche, ma divengono entità simboliche.

Il libro raccoglie anche interviste a importanti personaggi legati a Roma, come per esempio Carlo Verdone, che afferma:

“Se devo essere sincero a Roma sono mancati dei sacerdoti del bello. Dove gli interessi politici nell’edilizia e nelle infrastrutture hanno combinato danni su danni. Ma noi vogliamo mantenere la speranza che questo periodo di cattiva e confusa amministrazione, unita a una burocrazia che è la madre di tutte le corruzioni, abbia una fine. Puntiamo a sensibilizzare i giovani già nelle scuole. Facciamogli capire cosa significa ‘gusto estetico’ e ‘valore storico’ solo così forse creeremo qualche sacerdote del bello. Roma chiede di essere curata, amata, ammirata. Perché non capiamo che senza valori culturali c’è la morte di tutto?”

Tra gli altri intervistati: Nicolò Bassetti, paesaggista autore del libro Sacro Romano GRA (con Sapo Matteucci); Blasco Giurato, direttore della fotografia; Roberto Mannoni, direttore di produzione di Federico Fellini; Chiara Rapaccini, artista, compagna di Mario Monicelli; Riccardo Tozzi, produttore; Marco Vanelli, direttore della rivista Cabiria.

L’autore Paolo Ricci è nato a Velletri (Rm). PhD, si occupa di semiotica. Fa il consulente, insegna scrive. Si dedica con passione allo studio dei simboli.