Largo della Nuova California diventa “Piazza Giovanni Falcone e Paolo Borsellino”

                                                  l’ex sindaco Carlo Eufemi                                                                                                                                       Walter Giustini

di Luigi Centore

Posta all’ex Piazza della frazione di Tor San Lorenzo che da ieri 18 luglio ha cambiato nome, da Largo della Nuova California a Piazza Via Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Forse mancavano due illustri cittadini di Ardea quale, l’ex comandante la stazione dei Carabinieri di Tor San Lorenzo Walter Giustini e l’ex Vice questore aggiunto della polizia di Stato   ed ex sindaco di Ardea il Dott. Martino Farneti, entrambi per servizio presenti tra i primi sul luogo della strage. Il primo Giustini, già stava sul posto perché all’epoca era già da tempo in servizio a Palermo, l’altro il dott. Farneti, fatto giungere in loco poche ore dopo la strage per dare inizio alle perizie balistiche e all’esplosivo usato. Che tristezza nessuno dei due sono stati invitati, nessuno dei due avrebbero oscurato il primo cittadino e la sua sgarubata maggioranza presente in pompa magna anche con tutti gli assessori, i due ex tutori dell’ordine, avrebbero dato più lustro a quanti cittadini (pochissimi) e non, erano presenti, i due avrebbero portato una testimonianza vivente di quanto hanno avuto purtroppo modo di vedere. Due personaggi cittadini di Ardea che avrebbero potuto dire qualcosa in più nel ricordare quanto con il cuore spezzato hanno dovuto vedere, oltre che odorare lo sgradevole bruciato che lascia una quantità di esplosivo. Purtroppo ancora una volta è mancata quell’ umiltà che solo certi politici potevano avere. Va ricordata, l’amministrazione per queste cerimonie in particolare un sindaco di quelli di prima avrebbe, potuto dare una visibilità diversa alla cerimonia che meritava di più, uno tra tutti l’ex sindaco Carlo Eufemi. Le cerimonie da quest’ultimo organizzate erano un tripudio di folla, Carlo se pur laico socialista non avrebbe dimenticato di invitare neppure il prete per benedire la targa che porta oggi il nome dei due Magistrati trucidati da mafia nello svolgere il loro dovere, oltre che recitare insieme al religioso una preghiera, una cerimonia dove tutti sarebbero venuti impeccabili anche nell’abbigliamento. Nessuna attenuante per il problema Covvid 19, del resto se ben pubblicizzata, lo spazio della piazza  poteva raggruppare più persone almeno tante quante erano raggruppate al concerto di Casarinaccio. Presenti i consiglieri del centrodestra del gruppo di F.d’I., e del gruppo al completo di Cambiamo con Toti, composto dai consiglieri dott.ssa Anna Maria Tarantino e dal Geom. Simone Centore, assenti i consiglieri della lega impegnati con i banchetti per raccogliere le firme per il referendum sulla giustizia, presente il consigliere dott. Alfredo Cugini ex candidato a sindaco con la lista civica “Con la gente per la gente” di estrazione di centrosinistra, assente anche l’unico consigliere del Pd Alessandro Mari ed il suo segretario che sono tra l’altro il perno di questa maggioranza senza di loro sarebbe ancor più allo sbando se non addirittura dimessasi. Presente una rappresentanza della Marina Militare, dei Carabinieri della tenenza di Ardea capoluogo, della Guardia di Finanza, della polizia municipale di Ardea, una rappresentanza della C.R.I., della Protezione civile di Ardea. Quando il sindaco Mario Savarese ha scoperto la targa precedentemente coperta dai colori del comune di Ardea, si è sentito un forte applauso.