FABRIZIO CREMONINI E’ IL NUOVO SINDACO DI ARDEA

il neo sindaco FABRIZIO CREMONINI

Ardea ha un nuovo sindaco ed è Maurizio Cremonini detto Fabrizio  in quota Fratelli d’Italia, e per tutta la coalizione di centro destra che ha vinto sul suo avversario il dott. Lucio Zito in quota M5S, e tutta la sua coalizione tra cui il PD.  Una spoglio all’ultimo voto che alla fine la maggioranza delle schede nell’urna  è stata schiacciante  e tutte  a favore del centrodestra per Cremonini, sindaco. Grande delusione per il M5S, e suoi adepti, deluso anche il suo alleato PD, che credendo di avere la vittoria in tasca già spadroneggiava per la città. L’attività da parte degli attivisti e cittadini di centrodestra è stata corretta,  come pure per il M5S e suo maggior alleato il PD di Mari ed Abate anche se qualche volta come i grillini,  avevano punte di arroganza come mostrata per tutta la campagna elettorale e per tutta la legislatura. Tanti cittadini sentiti a caldo, hanno dichiarato: “ora finirà l’arroganza di politici del M5S e PD che hanno soltanto in cinque anni seminato odio tra i cittadini come se fossero gli unti dal Signore. Non sapendo conclude il nostro interlocutore che chi semina odio raccoglie tempesta” E così è stato, mai gridare “gatto” se non lo hai nel sacco. I cittadini di Ardea non hanno dimenticato i vecchi discorsi di essere tutti evasori, abusivisti,  scorretti e qualche volta additati di essere complici del malaffare. Ora la grande forza del nuovo sindaco Fabrizio Cremonini sarà quella di riunificare il popolo essendo il sindaco di tutti i cittadini, riorganizzare e presenziare a tutte le manifestazioni pubbliche istituzionali, fin dal primo momento, a partire dalle feste patronali  presenziando con fascia tricolore se pur si fosse laici, coinvolgendo tutti i cittadini, oltre che portare a compimento le opere in atto targate M5S,  (quel simbolo sparito dalle “vele mobili”sotto la campagna elettorale. L’amministrazione deve proseguire a completare le opere in itinere ovviamente oltre a vararne di altre meno utopistiche, opere lanciate come fumogeni per gli stolti che ad Ardea stolti non ce nessuno, e il voto di ieri ne è la prova. Certo Cremonini avrà un gran da fare, tenere lontano o controllare i prepotenti, gli impositori di veti, di arranfisti che già minacciano confusione se non gli si concedono incarichi o cariche istituzioni di prestigio e ben retribuite. Cremonini deve  dimostrare di aver polso, raffreddare qualche eventuale bollente spirito  di chi da uno vuole contare per tutti. Evitare quanto è accaduto in passato, dove ognuno di certi gruppi pensando di poter fare il candidato/a a sindaco  ha lasciato  poi la Meloni decidere, e la decisione fortunatamente salomonica è caduta su Cremonini, una scelta che  è risultata vincente per la persona pacata, seria preparata, accorta e soprattutto umile come la terra che lavora ogni giorno con il suo trattore. Buon lavoro.

Luigi Centore