DISCARICA CONTESA TRA ARDEA ED APRILIA. A CHI SPETTA BONIFICARLA?

 

Ing Emanuele Calcagni Dirigente ufficio tecnico comunale
Il sindaco di Ardea Mario Savarese
Il sindaco di Aprilia Antonio Terra

Discarica di rifiuti su un terreno che il dirigente all’urbanistica, ambiente e lavori pubblici del comune di Ardea Ing. Emanuele Calcagni, ha detto essere di giurisdizione del comune di Aprilia. Sarebbe il caso che il sindaco di Ardea ed il sindaco di Aprilia Antonio Terra, con i rispettivi comandanti della municipale di Ardea e Aprilia prendessero da subito accordi per definire la diatriba della giurisdizione del terreno posto sull’argine dell’affluente del Fosso Grande o fosso dell’incastro, terreno posto sulla via Laurentina, tra il distributore di carburanti, autorizzato con permessi del comune di Ardea e il ponte di fronte a Magistri supermercato Conad, onde ordinarne la bonifica con trasporto dei rifiuti a discarica autorizzata. Ancora una volta non si capisce perché la municipale delle due città non intervengono per far togliere lo schifo della discarica al confine con Ardea ed Aprilia, discarica che comunque mostra quanto degrado e disinteresse c’è, oltre a non dare lustro ne ad Aprilia ne ad Ardea. Cosa questa che potrebbe dare l’impressione che i due sindaci non sono sensibili ai problemi dell’ambiente. Del resto il primo articolo è uscito sui giornali on line il giorno 3 agosto c.a. Siamo certi che il sindaco Antonio Terra ritenuto sensibile ai problemi dell’ambiente, prenderà rapidamente i dovuti provvedimenti: in primis di chiarire di chi è la giurisdizione ed eventualmente se sua di provvedere rapidamente alla bonifica. Sul sindaco di Ardea considerando che gli ci sono voluti tre anni per far iniziare a bonificare l’area del “Serpentone”, non si nutrono speranze.

Luigi Centore