COMUNICAZIONE PERSONALE DI LUIGI CENTORE

488

 

Comunicazione per tutti i miei lettori: ho deciso, per il momento, di astenermi dal pubblicare articoli che riguardino la politica locale, onde evitare di ricevere poi verbalmente, da politicastri, “consigli al limite delle minacce”. Certo, il mio interesse per il giornalismo continua concentrandosi su altri settori come la cronaca, le comunicazioni di feste e fiere, i comunicati del sindaco e dell’amministrazione. Non avendo più l’età di contrastare sacche di prepotenti Amministratori rutuli anche ben agganciati con qualche paese limitrofo, non posso più continuare a temere che si ripeta ciò che è già accaduto ai tempi in cui il Luogotenente Antonio Landi comandava il Comando Tenenza dei Carabinieri di Ardea, o far prontamente intervenire di notte fonda fino ad Ardea le volanti della Polizia di Stato di Anzio. Quei tempi sono passati e quasi dimenticati, e purtroppo non c’è più l’età per rifare lo stesso errore per un lavoro che si fa per hobby, per il quale si mette a rischio la famiglia, dove al minimo rumore ci si sveglia impauriti. Anche perchè mai sono stati scoperti gli autori di quegli attentati. Pertanto, a meno che le cose non cambino, finché persisterà questo clima non troverete la mia firma su articoli riguardanti la politica o l’amministrazione comunale o fatti che riguardino servizi che la politica deve dare e che non sempre fornisce ai cittadini. Per i restanti settori resto sempre a disposizione dei miei affezionati lettori. Ardea non è come qualche Comune limitrofo o molte città del più profondo sud, e non deve incappare in certi eventuali provvedimenti. Ringrazio tutti i direttori delle maggiori testate, locali e non, che negli anni mi hanno dato il privilegio della loro fiducia: M.llo Carlo Spaziani Testa di “Libera voce di Polizia Italiana”, Adriano Panzironi dell’”Ardeatino”, Maria Corrao del “Corriere della Città”, Silvia Matricardi di “Dossier Informare”, Bruno Iorillo de “Il Giornale del Lazio”. Un particolare grazie ad Angelo Perfetti, che considero mio maestro fin da quando, quasi vent’anni fa, da direttore responsabile mi permise di scrivere a mia firma articoli di cronaca addirittura sul quotidiano ancora in essere “Latina Oggi”, che all’epoca si occupò della tanto contestata Aser Riscossioni, fino agli arresti addirittura di diversi consiglieri del comune di Pomezia e non solo. Solo grazie all’allora sindaco di Ardea Martino Farneti, il nostro Comune non aderì alla convenzione con quella società di riscossione.

Luigi Centore