COMUNICATO STAMPA PD APRILIA

 

Facendo seguito all’appello delle liste di Aprilia Civica, vogliamo precisare alcuni aspetti, forse non scontati come possano sembrare nel fare appello ai cittadini i quali, come tutti noi, stanno vivendo queste settimane drammatiche per la salute e per la situazione economica delle famiglie e delle imprese che si fa sempre più difficile; in un contesto del genere, diventa veramente difficile l’interpretazione di un sacrificio come quello di pagare la Tari in unica rata.

E’ questo, il momento della responsabilità e in queste ore il Governo, ed in particolare il Partito Democratico, stanno ponendo in essere tutte le azioni necessarie .Già con i c.d. “Decreti di Marzo” sono state sospese ai comuni le quote capitale dei mutui contratti con Cassa Depositi e Prestiti, liberando risorse di parte corrente, sono state finanziate le attività di sanificazione degli edifici pubblici tra cui le scuole e prorogati i termini per l’approvazione dei rendiconti.
La Regione Lazio guidata sempre dal Partito Democratico ha messo a disposizioni risorse consistenti per l’aiuto dei più poveri e con il Dpcm di ieri sera sono stati messi a disposizione dei comuni le risorse per aiutare chi era rimasto escluso dall’estensione degli ammortizzatori sociali.
Questo lo spirito necessario per uscire dall’emergenza, dove tutti concorrono con azioni serie e non populistiche ad uscire dalla crisi.
Peraltro in un contesto di pandemia e di forte emergenza sociale è probabile che, a breve, il Governo decida di sospendere il pagamento dei tributi (si parla addirittura di far slittare a novembre il versamento dell’IMU) con conseguente anticipo delle somme non riscosse dal comune da parte di Cassa Depositi e Prestiti, cui farà seguito la sospensione del patto di stabilità per i comuni e l’allentamento del Fondo accantonamento crediti che tante risorse sottrae ai comuni.
Tanti, tantissimi comuni avranno grossi problemi di liquidità, proprio per questa ragione il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ha annunciato nel corso dell’ultima conferenza stampa che saranno stanziati aiuti, nel più breve tempo possibile agli enti locali.

Il Governo anticiperà delle somme ai Comuni, 4,3 miliardi di euro, il cosiddetto fondo di solidarietà, ma per aiutare i cittadini non i cattivi amministratori.
Se proprio dobbiamo recuperare delle risorse non chiediamo ulteriori sforzi ai propri cittadini già in difficoltà ma a quanti ancora oggi, pur dovendo ingenti somme al Comune di Aprilia non adempiano a quanto dovuto.

Magari, proprio prendendo a tema la Tari, ci duole constatare se possibile, una limitazione dei servizi accessori, tipo la chiusura dell’Ecocentro, che come risultato porta solo al vedere lungo le strade di nuovo accumuli di oggetti e sfalci di potature e sempre in tema, la chiusura dell’ Ecosportello, dove si possono ritirare i sacchetti e le buste dell’immondizia, con il risultato, che il cittadino se le deve andare a comperare a proprie spese.
In questa fase drammatica diventa necessario e vitale un cambio di passo, a volte anche silente, ma la cosa pubblica deve solo prodigarsi in positivo, accorciando quello spazio, che spesso si crea in presenza di un malessere tra amministratori e cittadini, dando loro fiducia e speranza, attuando tutte le possibilità sociali ed economiche, che gli ultimi provvedimenti governativi necessariamente porteranno.

 

Partito Democratico di Aprilia