Aspettando il morto, “ma speriamo che i politici se la cavino”

217
Il ten-col. Antonello-Macchi

Il sindaco Cremonini

Mentre si aspetta che al ponticello  “maledetto” ci scappa il morto, oggi verso le 16,00 circa una Wokvagen “Golf” come le precedenti autovetture è finita contro il ponticello di via Laurentina all’altezza della Conad. Sul posto i carabinieri del 112 per l’ennesima volta hanno dovuto provvedere a soccorrere i feriti se pur lievi ma spaventati e a far portare con carrattrezzi a deposito l’auto danneggiata. Ancora una volta i vigili urbani intervenuti successivamente per segnalare il pericolo, un pericolo ormai costante e perpetuo in quanto la polizia municipale del C/te Ten Col Antonello  Macchi alle 19.30 chiude il comando. La domanda sorge spontanea, dopo le 19.30 come viene segnalato il pericolo? Dopo l’ennesimo incidente per mancanza di guardrail il quarto o il quinto incidente ancora non si riesce a provvedere alla messa in sicurezza. A Nulla è valsa l’interrogazione consiliare presentata dai due consiglieri della Democrazia Cristiana Calliope Ludovici e Simone Erriù. A nulla sono serviti i precedenti incidenti, a nulla ancora sono servite le relazioni degli organi intervenuti Polizia Municipale, Agenti di polizia penitenziaria e Carabinieri, a nulla sono serviti i vari reclami dei cittadini e ancora a nulla sono serviti i vari articoli di giornale che potrebbero aver fatto deridere il comune di Ardea e la sua incapace e litigiosa  amministrazione. Comunque aspettando il morto,  almeno lungo i primi metri della cunetta prima del ponticello si potrebbero far tagliare le canne e l’erba per una migliore visibilita,  e come disse un attore in uno sceneggiato televisivo “speriamo che io me la cavi”

Luigi Centore