ARDEA: TERRA DI NESSUNO SEMPRE PIU’ IN BALIA DELLA DELINQUENZA

330

 

Incendio in via Garda nella zona residenziale della Nuova Florida. Ad essere date alle fiamme i tetti in legno di tre bifamiliari in costruzione attualmente allo stato grezzo. L’allarme   incendio è scattato nelle prime ore del nuovo giorno di oggi mercoledi. Sul posto i carabinieri della locale tenenza che dista pochi centinaia di metri dal cantiere in costruzione, ed ovviamente come sempre i vigili del fuoco di Pomezia, che dopo un duro e pericoloso lavoro hanno avuto ragione delle fiamme evitando che lo stesso tetto in legno cadesse in basso arrecando ancor più danno. Affumicate le ville al confine con i lotti del cantiere. I vicini raccontano di un fumo denso, nero ed acre, che grazie al rapido intervento dei pompieri non ha dato più di tanto dei problemi. Ardea dove la malavita la fa sempre più da padrona. Dove a nulla servono i continui appelli e lagnanze dei cittadini, Ardea sempre più terra di nessuno, dove sempre più la delinquenza la fa da padrona. Il cantiere è proprio di rimpetto alla costruenda isola ecologica di via Garda. Un’opera pubblica che sarebbe dovuta essere completata più di un anno fa. Le indagini sono in corso, se pur i cittadini sono sempre più disorientati e sfiduciati dai servizi e dalla qualità di essi, che lo Stato dovrebbe dare ai cittadini, in primis la sicurezza e la tranquillità. Alcuni esponenti del Pd, sono intenzionati a far presentare un’interrogazione parlamentare affinchè ad Ardea si arrivi a capo di questi tanti misfatti. Del resto i furti abbondano, i furti di auto ancor più, ed i danneggiamenti a queste non sono di meno specialmente nella zona del lungomare, la droga come scrivono alcuni natii abbonda sul lungomare ed in certi quartieri. Ormai erano dai tempi dell’ex comandante della locale tenenza carabinieri, comandata dal luogotenente Antonio Landi, che dopo aver subito nella sua giurisdizione diversi incendi dolosi in danno dei citttadini è riuscito a portarne alcuni al cospetto dei magistrati. Intanto le indagini sono in corso e ci assicurano che nessuna pista è esclusa. Ma noi ci chiediamo: Si stanno per formare organizzazioni per la richiesta del “pizzo”? Una lotta tra le varie organizzazioni che vorrebbero prendere il predominio sul territorio di Ardea, e magari infiltrando più droga di quanta non ce ne è ora?

Luigi Centore