ARDEA – PER LA MANCANZA DI UNA POMPA, CHIUSO DA GIORNI L’ASILO DI VIA CAMPO DI CARNE

 

 

                            ing-emanuele-calcagni-dirigente-ufficio-tecnico-comunale

All’asilo di via di Campo di Carne, dopo una settimana di problemi all’impianto di depurazione della fossa delle acque nere, per via di una pompa di sollevamento l’asilo con gravi disagi per i genitori è stato chiuso. Mercoledì prossimo fanno sapere dal comune, il problema dovrebbe essere risolto e i bambini potrebbero rientrare all’asilo. E’ una settimana che reclamano le mamme i cui pargoletti frequentano l’asilo comunale in un ala del plesso della scuola media di Tor San Lorenzo. Oggi esauste perché dopo diversi giorni che la scuola è chiusa e quindi con le tante difficoltà per le famiglie dei bambini i cui genitori se non hanno a chi lasciare il proprio piccolino sono costretti o a non andare a lavorare oppure a pagare una baby setter. Il problema stando a quanto ci ha riferito il dirigente dell’area tecnica l’ing. Emanuele Calcagni sentito telefonicamente ci ha detto: “I lavori al massimo entro domani potrebbero essere terminati e già da mercoledì dovrebbe tornare tutto alla normalità. Del resto prosegue il dirigente abbiamo dovuto provvedere a riparare in primis il trituratore che è stato causa dei danni alla pompa e successivamente a cercare fuori comune una nuova pompa che qui ad Ardea non era reperibile. La ditta che sta eseguendo i lavori, aggiunge il dirigente, il geometra da me incaricato di seguire i lavori avrebbe già trovato mentre stanno riparando il trituratore, chi gli fornisce la pompa di sollevamento delle acque nere e, entro sera dovrebbe essere messa in opera per essere pronta dopo il collaudo entro mercoledì. Certo conclude il dirigente, non è facile in zona, trovare chi ha di queste apparecchiature ma l’impegno dell’ufficio tecnico è stato totale e primario. Il problema non era soltanto una pompa di sollevamento ma anche il trituratore senza il suo funzionamento la pompa aspirerebbe ogni sorta di rifiuto e si incepperebbe come del resto è capitato”. Abbiamo sentito anche una delle mamme dei bambini che ci ha detto: “ dopo giorni almeno il dirigente ci ha mandato una risposta, dopo tanto silenzio al limite dell’omertà,   ci credevamo come spesso è accaduto essere stati abbandonati a noi stessi.