Anastasia Kylemnyk : delle lacrime che non convincono

 

 

 

di Antonella BonaffinI

Che l’ omicidio di Luca Sacchi, il giovane romano assassinato nella notte tra il 23 ed il 24 ottobre, presentasse risvolti strani è stato chiaro sin da subito. Le lacrime di Anastasia non avevano convinto, ed infatti, a poco più di un mese dalla tragedia, gli attori principali di questa vicenda, sembrano vergognosamente cambiare. Anastasia Kylemnyk non è più la parte lesa, non è più la giovane donna che, durante un tentativo di rapina, vedrà un uomo sparare ed uccidere il suo compagno, sotto i suoi stessi occhi. Oggi si è quasi certi che Anastasia stesse organizzando una compravendita di droga con Del Grosso e Pirino, per un valore di circa 70.000 euro, una somma ingente che difficilmente potrebbe essere riconducibile ad una partita di marijuana, oggi si è certi che nello zaino della ragazza non vi fossero soltanto pochi spiccioli, come lei stessa aveva dichiarato ma 2000 euro, suddivisi in mazzette da 20 e 50 euro, oggi si è certi che dietro l’uccisione di Luca Sacchi ci fosse qualcosa di molto più grande, di cui Anastasia era certamente a conoscenza. E questo spiegherebbe la mancata presenza ai funerali di Luca, accanto ad una famiglia che l’aveva accolta come una figlia, due genitori che avevano pianto insieme a lei, non dandosi pace per quanto accaduto. E c’è chi sui social non ha mai risparmiato né risparmia ancora la ragazza, rea di aver omesso verità che sarebbero state fondamentali per ricostruire precisamente l’ accaduto. Ma oggi, le cose sono molto cambiate ed il ruolo di Anastasia verrà presto chiarito. Valerio Del Grosso, che inizialmente il suo avvocato Alessandro Marcucci  definiva molto provato tanto da avvalersi della facoltà di non rispondere, sembra abbia infatti deciso di parlare, definendosi molto dispiaciuto per quanto successo e palesando di aver avuto solo l’intenzione di spaventare Luca, sicuramente non quella di uccidere. E mentre si aspetta che tutti i pezzi di questo travagliato puzzle siano messi insieme, su Anastasia Kylemnyk incomberebbe forse l’onere di far chiarezza intorno alla figura di Luca, in quello che è un epilogo, che siamo certi, sarà ricco di colpi di scena, confessando cosa realmente accadde quella maledetta notte e, spazzando via ogni ombra, dando a Luca la possibilità di poter finalmente riposare.