A BUON INTENDITOR, POCHE PAROLE

 

I SOLITI NOTI HANNHO COMINCIATO LE MANOVRE DI DEMOLIZIONE DELL’AMMINISTRAZIONE CREMONINI?

Il sindaco Fabrizio Cremonini

di Luigi Centore

Riportiamo una accorata  nota della consigliera   Eleonora Leoni, in merito a voci sempre più insistenti di transumanze  di consiglieri e consigliere che dall’opposizione sarebbero state trattate da “sirene e sirenetti” della maggioranza Cremonini,(quest’ultimo estraneo ai fatti)  per venire a rinforzare la coalizione vincente. Attualmente Cremonini   è circondato malgrado i mal di pancia di alcuni, da una maggioranza di consiglieri ed assessori a lui vicini. Una coalizione che in questo momento, se non si vuole essere ipocriti è inutile negare, non navigare in acque calme malgrado l’impegno profuso dal sindaco per tenere uniti tutti i consiglieri. La consigliera Leoni, eletta come la terza dei più votati nella lega, che fin dal primo consiglio ha abbandonato, per aderire allo schieramento di Forza Italia sempre di centrodestra, contribuendo a catalizzare intorno a se una forza schiacciante di preferenze in favore dall’On. Antonio Tajani di F.I., braccio destro del Presidente Silvio Berlusconi, padre e padrone di Forza Italia. La Leoni va ricordato riuscì con la sua campagna elettorale a far avere oltre 1.400 preferenze al partito fondatore del centrodestra. La Leoni sensibile, attiva e preparata, ha voluto chiarire la sua posizione verso eventuali transfughi in un momento che la stessa maggioranza per giochi di correnti regionali di alcuni che pensano di essere i padri e “padre” despoti di una maggioranza ben guidata dal buon Cremonini, di ammagliare altri consiglieri che se era per loro il centro destra non avrebbe vinto, e questo per cercare di portare voti ai loro beniamini regionali senza pensare che sovvertendo in modo subdolo  il centrodestra rutulo questi  potrebbe sfasciarsi. Per dovere di cronaca ed ascoltati alcuni cittadini votanti, sembrano favorire la tesi della stessa Leoni. Di seguito il comunicato della consigliera.

“Qui consiglio comunale di Ardea. Considerate le voci diffuse ed insistenti circa possibili esodi di elettori in modalità  – guarda caso – “unidirezionale” dai banchi dell’opposizione a quelli della maggioranza, il rispetto autentico e profondo che nutro nei confronti di quanti, con il loro voto, mi hanno delegato a rappresentarli all’interno del Consiglio e nei confronti dell’intera cittadinanza di Ardea, mi impone di  chiarire, in modo perentorio e definitivo, che personalmente non tollererò squallidi fenomeni di transumanza tipici dei momenti più tristi e bui della vecchia politica, e dunque non sono disponibile a collaborare e condividere il mio impegno al servizio della collettività con quanti si renderanno autori e/o complici di condotte politiche oggettivamente  spregevoli ed oltremondo  invise ai cittadini onesti quali cooptazioni nella maggioranza di elementi dell’opposizione frutto di intese subdole volte alla soddisfazione di  interessi particolari o passaggi dallo schieramento sconfitto nelle urne allo schieramento voluto dagli elettori al governo del territorio, sistematicamente  dettati dalla spasmodica ricerca del potere personale e di un posto al sole”

 Eleonora Leoni, capogruppo di forza Italia al Consiglio comunale di Ardea.