POTRA’  L’ARCHITETTO FABIO  DOMINCI  ATTUALE PRESIDENTE    DEL CON SORZIO DI “LIDO DEI PINI” DI ARDEA RICOPRIRE LE DUE CARICHE DOPO CHE HA INVIATO CARTELLE ESATTORIALI AL COMUNE?  E’ SUFFICIENTE  IN F.d’I. ESSERE SPONSORIZATI  DALL’EX SINDACO  LUCA DI FIORI  PER FARE IL CANDIDATO A SINDACO DEL CENTRODESTRA?

 

Arch. Fabio Dominici

Mentre nel M5S, sembra avanzare sempre più la posizione del Presidente del consiglio comunale Lucio Zito a discapito dell’attuale sindaco Mario Savarese,  che dopo cinque anni sembra non riuscire più ad attirare le simpatie dei suoi primi sostenitori come i consiglieri Caratelli e Zito che catalizzano intorno a se  la maggioranza dei consiglieri del Pd e del M5S   sempre più vicini a Zito. Segno questo che non hanno gradito come del resto la maggioranza dei cittadini la politica fatta dall’attuale primo cittadino che resta sempre più solo, dove l’unico che sembrerebbe ancora stargli vicino è il segretario del Pd Antonino Abate. Ma se la sinistra ed i suoi alleati del M5S, piangono a destra certo non si ride, fatta eccezione del gruppo Cambiamo con Toti Coraggio Italia coordinatore Massimiliano Giordani che non solo ha già più volte presentato il candidato a sindaco del gruppo di Cambiamo con Toti, ma che non disdegna di effettuare le primarie per i candidati a sindaco per un cdx unito.  Per spirito di partito non avanzano candidature a sindaco i consiglieri uscenti Tarantino-Centore derl gruppo consiliare “Cambiamo con Toti-coraggio Italia” che intendono riproporsi come consiglieri. L’unico partito, gruppo o movimento che non ha lotte intestine e proprio Cambiamo con Toti Coraggio Italia, un gruppo   sta  lavorando per  riunire nella grande famiglia di Cdx tutte le anime. Un’impresa che si fa sempre più ardua anche se tutti hanno capito che l’unione fa la forza e che uniti si vince ma con un sindaco credibile, senza scheletri nell’armadio, senza alcun interesse personale su Ardea  se non la casa dove vive, ma che lavori soltanto per migliorare la vita dei suoi concittadini. Mentre dalla Lega non sembrano arrivare  candidature, ma neppure si sa da tempo che fine ha fatto il gruppo ed i suoi due consiglieri. Intanto dal partito di Giorgia Meloni per bocca di un attivista quale l’ex sindaco Luca Di Fiori questi lancia il nome di un valente architetto, nonché presidente del consorzio “Lido dei Pini” quale Fabio Dominici, già assessore e dirigente all’urbanistica del comune di Ardea.  Per Di Fiori, sarebbe facile per l’amicizia che lo lega all’attuale segretario politico di Fratelli d’Italia Fabrizio Cremonini proporre e fargli portare sul tavolo delle trattative il nome dell’Arch. Fabio Dominici considerando che fu proprio Di Fiori che nominò Cremonini  assessore e vice sindaco.  Di Fiori non ha considerato  che Dominici se dovesse accettare dovrebbe lasciare la presidenza del consorzio di “Lido dei Pini”. Va ricordato che in passato tutti i partiti  tra cui Fratelli d’Italia e movimenti e vari, erano contro i consorzi  tanto da non volerli più riconoscere. Volevano  tagliargli le sbarre ed i cancelli, acquisirne le strade e tutti i servizi, ed ora con questa proposta sono ritornati sui loro passi? Ancora una volta ex sindaci che come sindaci non hanno brillato cercano di proporre personaggi che da presidenti di consorzio hanno inviato tramite Equitalia cartelle di richieste di pagamenti al comune? Purtroppo per il proponente attualmente suo malgrado, restano soltanto due nomi   in una lotta impari per Fratelli d’Italia,  da proporre come candidati a sindaco di Ardea.

Luigi Centore