La telenovela sull’assegnazione dell’appalto dei rifiuti in Ardea

 

di Luigi Centore

                           La segretaria Generale Daniela Falso e ing. Emanuele Calcagni-dirigente-ufficio-tecnico-comunale

                                               Teresa Zotta             Sonia Modica

 

                 Il sindaco Mario Savarese                         Luana Ludovici

Prima puntata della telenovela sull’assegnazione dell’appalto dei rifiuti in Ardea
DIRIGENTI DEL COMUNE AI FERRI CORTI…E LE CONSEGUENZE LE PAGANO I CITTADINI…?
5 Dicembre 2020

Seconda puntata della telenovela sull’assegnazione dell’appalto dei rifiuti in ArdeaCITTA’ METROPOLITANA DI ROMA, ARDEA, ZOTTA: DICHIARZIONI INVEROSIMILI DEL SEGRETARIO GENERALE. NON HO MAI AVUTO CONTATTI. DIFFIDO AD UTILIZZARE IL MIO NOME PER INVETTIVE DENIGRATORIE E FALSE”
10 Dicembre 2020

Terza puntata della telenovella rutula sull’assegnazione del nuovo appalto per la raccolta dei rifiuti in Ardea.
“SODALIZIO FALSO”
La telenovela andata in onda il 3 dicembre sulla piattaforma streaming del comune di Ardea si tinge di nuove colori, grigio come i vuoti di memoria, rosso come la reazione della provincia e l’imbarazzo di doversi smentire, giallo come il mistero di incontri e le stelle del movimento.
Come ogni telenovela, la trama è contorta, subdola e farcita di amori ed odi così forti e viscerali da far mancare il sangue al cervello, tanto da crearsi zone grigie che fanno immaginare il falso.
Passata l’enfasi di vedersi sullo schermo, e soprattutto dopo che la Zotta (Teresa Zotta vicesindaca della Città metropolitana) ha rimarcato di non conoscere nessuna Falso facendo diventare rosso il telefono del Sindaco e dei giornalisti, (sic) si schiarisce la memoria della Falso e, con una nota ufficiale, riconosce di aver detto il falso in merito alla Zotta; tra tutti questi falsi non ci si capisce più niente.
Con la recente nota la telenovela diventa ancora più gialla, scopriamo che la Salvestrini è una consulente del Sen. Morra, quindi anche lei vicina ai gialli 5 stelle, e che le dichiarazioni fatte in sede di commissione dalla Falso, relative ai due personaggi di spessore nazionale, vengono avallate dall’Assessore gialla 5 stelle Sonia Modica che sottoscrive la nota.
Il giallo si infittisce quando la Falso, con la sua nota, porta alla pubblica attenzione, con la conferma sottoscritta dalla Modica, che il Sindaco, l’Ing. Calcagni e il consigliere Grillo si sono incontrati a Roma con il Sen. Morra, la consulente Salvestrini e con la partecipazione telefonica della Zotta; misteriosamente i tre esponenti comunali non hanno mai fatto cenno alcuno a questa riunione, cosa avranno stabilito tutti questi esponenti gialli 5 stelle con i due tecnici?
Assistendo a quello che da telenovela si è trasformato in un dramma possiamo individuare due sodalizi, quello del Sindaco con l’Ing. Calcagni e il consigliere Marcello Grillo che, dopo tutto quanto accaduto, continuano a non fare alcun cenno in merito all’incontro romano e quello della Falso con l’Ass. Modica che usa in commissione, e li conferma con una nota, gli esiti delle telefonate romane; telefonate talmente importanti da influenzare le sottoscrivere in un contratto di appalto da circa 40 milioni di euro, con gli esponenti romani che avrebbero allertato la Falso sulla documentazione non valida come polizze, certificazione antimafia, eccetera eccetera.
Comunque, sfugge alla nostra comprensione perché l’amministrativa Falso, al fine di avere chiarimenti su atti di gara e sulle verifiche antecedenti l’aggiudicazione, non contatti gli amministrativi della Città Metropolitana o quelli di enti sovraordinati ma chiede lumi a politici; forse Franco Bassanini non è passato ad Ardea.
Alla fine di questa puntata, abbiamo ancora più dubbi sul perché ancora non si firma un contratto a seguito di una gara e aggiudicazione fatta e verificata dalla Stazione Unica Appaltante della Città Metropolitana di Roma Capitale, nonché controllata a seguito di innumerevoli denunce del Sindaco, come ampiamente illustrato dallo stesso in un articolo fiume di pochi mesi fa, uscito sul quindicinale
In attesa della prossima puntata, auguro un buon Natale ai cittadini di Ardea, con la speranza di trovare sotto l’albero le dimissioni di tutti i personaggi di questa assurda telenovela.