INTITOLAZIONE DI UN PARCO NEL CENTENARIO DELLA NASCITA DI NILDE IOTTI

 

La proposta del PD per commemorare la prima donna eletta alla Presidenza della Camera dei Deputati. “Esempio positivo di passione e impegno politico”

Ricorre quest’anno il centenario della nascita di Nilde Iotti (Reggio Emilia 10/04/1920 – Roma 04/12/1999), più volte Presidente della Camera dei deputati ed importante deputata della Repubblica Italiana. Una figura orgogliosamente di parte, con una grande storia legata al Pci, eppure al tempo stesso imparziale e interprete autorevole delle istituzioni democratiche. Più di altre si è battuta per la democrazia: prima nella lotta della Resistenza, poi negli anni bui del terrorismo rappresentando per tutti noi un indispensabile punto di riferimento. Il Partito Democratico di Aprilia in vista di questo importante appuntamento propone all’amministrazione comunale di intitolare un parco comunale a Nilde Iotti per ricordare a tutti noi il suo impegno nella Resistenza contro il fascismo, in qualità di Responsabile dei Gruppi di Difesa della Donna a Reggio Emilia, sua città natale, e poi come deputata e membro della Assemblea Costituente. Per la nostra comunità la sua figura acquista maggiore importanza in un momento di smarrimento culturale per un giovane città come Aprilia, dove anche la toponomastica segue più il consenso elettorale che la ricerca di una tradizione storica. Nilde Iotti ha combattuto per la libertà e per la democrazia, è stata per 13 legislature in parlamento ( 08/05/1948 – 04/12/1999) e per 13 anni ha ricoperto il ruolo di Presidente della Camera (dal 1979 al 1992), prima donna ad assumere la terza carica dello Stato; nel 1993 ha ottenuto la Presidenza della Commissione Parlamentare per le Riforme Istituzionali, mentre nel 1997 è stata eletta Vicepresidente del Consiglio d’Europa. Persona convinta della sua appartenenza politica, ma sempre capace di rappresentare le istituzioni in modo equilibrato, saggio ed imparziale. Non solo protagonista della lotta antifascista ma anche in prima linea per l’ emancipazione del ruolo della donna nella società moderna difendendo il diritto di essere madri e lavoratrici, è stata la prima firmataria di una proposta di legge per istituire una pensione e un’assicurazione per le casalinghe, ha partecipato alla battaglia referendaria in difesa del divorzio, ha promosso la legge sul divorzio e la legge sul diritto di famiglia. Successivamente ha infine contribuito a far approvare la legge sull’aborto. Nilde Iotti ha tutti i presupposti per essere ricordata ad Aprilia attraverso l’intitolazione di un parco comunale, come già fatto per l’amato ex Presidente della Repubblica Sandro Pertini.

Il Commissario Claudio Moscardelli