APRILIA: “CONGELATO” L’ITER PER IL VIA AL NUOVO MULTISALA DI VIA PONTINA

690

Valutazioni tecniche degli uffici sul progetto e forse una variante farebbero allungare i tempi di riapertura

 

di Riccardo Toffoli

Non saranno brevissimi i tempi per la riapertura del cinema su via Pontina. Unico cinema ad Aprilia ha capitolato, come purtroppo è successo a tanti, negli anni del Covid. È assolutamente importante avere un cinema ad Aprilia. Sono servizi resi alla comunità. Aprilia conta circa 80 mila abitanti e per anni l’assenza di un cinema ha comportato per tanti giovani non vivere la città. Questo è un grave danno per l’identità civica, soprattutto dei giovani. il 16 maggio scorso, la Gestioni Cinestar srl, con sede legale a Roma, ha presentato istanza al Comune per riaprire le sale cinematografiche sulla Pontina. Il progetto iniziale prevedeva una riduzione da sette a cinque di programmazione completamente rinnovate e innovative e un’ampia area food, una sorta di grande area ristorazione. Nello specifico il progetto prevede la riqualificazione sia degli spazi interni sia degli spazi esterni del Multisala. Una sala cinematografica viene trasformata in spazio dedicato al foyer e al bar mentre le altre quattro sale saranno ristrutturate in maniera innovativa con la realizzazione di una gradinata metallica. Rinnovati gli impianti esistenti, come quello elettrico, la climatizzazione ecc. Un progetto che va incontro alle esigenze dei tempi. Covid a parte, i cinema hanno perso molto pubblico colpa principale le piattaforme digitali che permettono di vedere film a pochi mesi dall’uscita. Per essere alla portata dei tempi e quindi appetibile, un cinema oltre a programmare proiezioni di film, deve avere una serie di servizi collaterali tra i quali la ristorazione è fondamentale, uno spazio giochi ad esempio riservato ai bambini. È quanto c’è normalmente in tutte le realtà cinematografiche odierne che sono rimaste ancora in piedi e godono di ottima salute. Non basta solo il pubblico “ristretto” di chi è appassionato per far vivere un cinema, specie nelle città periferiche. Il 28 giugno scorso è arrivato il parere dei Vigili del Fuoco che è stato favorevole al progetto. I lavori sono in parte iniziati, sono ben visibili per chi fa la complanare della Pontina. È stata presentata una Scia edilizia che non ha apportato sostanziali modifiche. Secondo gli uffici del Comune però la documentazione presentata era risultata carente. Giovedì 28 settembre è stata convocata la commissione comunale di vigilanza locali pubblico spettacolo. Ma l’iter burocratico si è in qualche modo stoppato. “Gli uffici stanno valutando la documentazione integrativa e le richieste apportate dalla proprietà  – ci commenta l’assessore all’urbanistica Roberto Boi – posso dire solamente che è tutto l’interesse della città far tornare il cinema ad Aprilia ma ci sono dei passaggi che devono essere valutati. Sul progetto iniziale presentato non credo ci fossero particolari ostacoli”. E quindi per ora un nulla di fatto. Secondo indiscrezioni, non confermate, alla base del “congelamento” dell’iter, ci sarebbe la presentazione di una variante. Il che, se fosse confermato, attiverebbe altre procedure, molto più lunghe e complesse e di esito incerto. Visto che a Pomezia è stato presentato un progetto simile, una eventuale lungaggine burocratica potrebbe far perdere appetibilità del progetto da parte del privato e  l’apertura di un multisale ad Aprilia è un occasione che la città non deve farsi sfuggire.