VULCANO CHIEDE LE DIMISSIONI DELL’ASSESSORE BARBALISCIA

31

 

“Siamo sbigottiti al cospetto di tanta leggerezza da parte di questa amministrazione comunale. Scoprire che un esponente di punta della maggioranza Terra, tra un’esperienza di governo e l’altra, abbia deciso di partecipare ad un bando comunale ci lascia davvero l’amaro in bocca. Si tratta di un segnale assolutamente negativo per tutte quelle famiglie e tutte quei cittadini che invano cercano un posto nel mondo del lavoro. Pensiamo, invece, che un amministratore debba comportarsi con lealtà nei confronti della comunità per la quale amministra e soprattutto con le caratteristiche del buon padre di famiglia. In un paese normale l’assessore Barbaliscia avrebbe già fatto un passo indietro rassegnando le dimissioni”.

Il consigliere comunale di centrodestra Domenico Vulcano commenta la notizia che riguarda l’assessore ai Servizi sociali Francesca Barbaliscia. L’esponente dell’amministrazione Terra è al centro di numerose polemiche dopo aver presentato richiesta di partecipazione ad un bando approvato anche da lei stessa in una Giunta comunale.

“L’aspetto dell’opportunità politica pesa come un macigno sull’assessore Barbaliscia e sulla giunta Terra. Discutiamo il piano etico dell’operazione in quanto non ci pare corretto e leale verso i cittadini bandire un concorso pubblico e prendervi parte. Ci pare si tratti di un conflitto d’interessi macroscopico che allontana i cittadini dalla politica e che genera e diffonde quel senso di sfiducia verso le istituzioni di cui spesso sentiamo parlare. Attendiamo una presa di posizione chiara e netta da parte dell’amministrazione. Il sindaco Terra non può fare finta di nulla. Il silenzio del primo cittadino su una vicenda cosi delicata e spinosa è stato veramente assordante. Ci aspettavamo una posizione più netta e chiara da parte del sindaco di Aprilia. Stigmatizziamo il comportamento dell’assessore Barbaliscia, uno scivolone veramente inelegante, un atteggiamento privo di rispetto nei confronti della comunità apriliana. Se fossimo in un paese normale le dimissioni sarebbero il passaggio conseguente, una cosa dovuta alla comunità intera. Un amministratore dovrebbe bandire concorsi pubblici per i cittadini e non prenderne parte. Crediamo che sia sotto gli occhi di tutti la partenza falsa di questa amministrazione comunale, per il bene del nostro territorio che attende di essere amministrato speriamo che la maggioranza inizi un percorso di lavoro virtuoso. Nell’invitare l’attuale amministrazione comunale a fare maggior attenzione a questi passaggi a vuoto inqualificabili, nei prossimi giorni mi riservo la facoltà di fare un accesso agli atti, acquisire tutta la documentazione e valutare eventuali passaggi in commissione Trasparenza”.