PINO IULIANO COMMISARIO DELLA LEGA AD APRILIA : “AD APRILIA PER VINCERE CON DOMENICO VULCANO CANDIDATO SINDACO DEL CENTRO DESTRA 

335

“Porteremo il programma nazionale. No allo SPRAAR e al business delle cooperative.”

PINO IULIANO COMMISARIO DELLA LEGA AD APRILIA : “AD APRILIA PER VINCERE CON DOMENICO VULCANO CANDIDATO SINDACO DEL CENTRO DESTRA 

LA PRESENTAZIONE MARTEDI 10 APRILE

Intervista al commissario del partito di Salvini. Stand by sulla formazione della lista

di Lorenzo Lauretani

Coesione con gli alleati e senso di responsabilità: è il leit motiv che guida la presenza della Lega ad Aprilia sotto la guida di Pino Iuliano, commissario ad interim per la città di Aprilia e membro del comitato di coordinamento regionale del Lazio.

L’abbiamo raggiunto telefonicamente domenica 8 aprile per capire quali siano le manovre di avvicinamento dei salviniani di casa nostra alle elezioni amministrative di Giugno.

Iuliano, come arriva la Lega ad Aprilia?

“La Lega sarà presente ad Aprilia perché non possiamo lasciare ad altri una città grande, che conta oltre settantacinquemila abitanti e che ci ha dato un grosso consenso alle elezioni del 4 Marzo. Non potevamo voltare le spalle ai tanti di Aprilia che in questi ultimi due anni si sono avvicinati alla Lega. Siamo un partito che nasce dal popolo e lì vogliamo rimane per ascoltare le istanze dei cittadini. Ci presenteremo alle prossime elezioni con i nostri alleati di sempre: parlo di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Noi con l’Italia, oltre ad alcune liste civiche tra cui Valore Comune. Noi saremo ad Aprilia per vincere, non certo per partecipare.”

A proposito di alleanze ed alleati, sa che esistono altre compagini di centro-destra che però al momento hanno scelto di non essere con voi. Che idea se ne è fatto?

“Io non sono apriliano e in questi lunghi mesi mi sono dovuto calare tra le maglie del tessuto socio-politico della città. Ad ogni modo voglio dire chiaramente che per me non esiste altro centro-destra che non sia rappresentato dai partiti che ho citato prima. Il resto non mi interessa, per me non sono altro che chiacchiere e dicerie e lasciano solo il tempo che trovano.”

Il centro-destra candida Domenico Vulcano nonostante le polemiche che la designazione ha suscitato in seno proprio all’alleanza e le dimissioni del sub-commissario di Forza Italia, Massimo Saurini. Che idea si è fatto a proposito?

“Le dimissioni di Saurini sono un problema di Forza Italia che non ci riguarda. Ho avuto modo di conoscere Massimo Saurini in occasione della convention di Marzo e, prima di allora, non l’avevo mai sentito. Lui si è presentato e io l’ho salutato con piacere. Ho saputo che non ha condiviso la candidatura di Vulcano: le scelte dei singoli vanno rispettate ma vanno rispettate soprattutto le scelte dei cittadini. La scelta di Vulcano nasce dal basso e io, non conoscendo bene la città, mi sono preso molto tempo per poterne valutare il profilo e sentire che cosa ne pensava il cittadino comune. Alla fine mi sono convinto per il riscontro che ho avuto dalla gente comune. Domenico è un bravo ragazzo, giovane, laureato, che conosce la macchina amministrativa e credo che i cittadini vorranno sostenerlo.”

Passiamo alle questioni di merito: su quali temi spingerà la Lega ad Aprilia?

“Saranno gli stessi con cui abbiamo avuto successo alle elezioni politiche. Porteremo ad Aprilia il programma nazionale con la difesa del territorio, il rilancio dei lavoratori e dei pensionati con l’abolizione della Legge Fornero e il sostegno all’imprenditoria per il rilancio dell’economia. Aprilia è stato un fiore all’occhiello del panorama laziale sotto l’aspetto dell’industrializzazione e della presenza di aziende grandi e piccole. È lì che vogliamo riportarla.”

Ci sono ad Aprilia temi di grande rilevanza e su cui i cittadini attendono risposte dalla politica. Quale è la posizione della Lega rispetto alla questione dell’acqua pubblica?

“Parlare a livello locale di acqua pubblica significa strumentalizzare un tema importante come questo per raccogliere consenso fine a se stesso. La fruizione dell’acqua da parte di tutti è un problema che va affrontato a livello nazionale. Localmente si possono risolvere problematiche tecniche e gestionali ma non fare scelte di questa portata. C’è stato un referendum e dobbiamo rispettarlo ma con un sguardo di altro livello, non certamente solo locale.”

La Lega ha fatto della difesa del territorio e dei valori della sovranità nazionale uno dei propri cavalli di battaglia. Cosa pensa ora della presenza dello SPRAAR ad Aprilia?

“Come noto noi siamo contrari agli SPRAAR e non da oggi. Siamo per l’accoglienza di chi realmente scappa dalle guerre e dalle carestie ma ci batteremo duramente per fermare chi si vuole arricchire e vuole speculare con la scusa di assistere i migranti. Parlo delle cooperative e delle strutture che gestiscono, dove spesso queste persone vengono anche maltrattate. Ne stanno facendo un mercato e un business.”

Altro tema rilevante per Aprilia è la gestione dei rifiuti e la minaccia sempre incombente di nuove discariche: qual è la posizione della Lega?

“Io credo che nessun cittadino apriliano voglia che la città diventi la discarica di Roma. Io penso che lo stoccaggio dei rifiuti non pericolosi e riciclabili possa essere anche un bene per le casse del comune. Ora va fatta una riflessione molto profonda, a livello nazionale.”

Per chiudere, a che punto è la formazione della lista della Lega?

“Sonia Pieragostini sta lavorando con professionisti e cittadini comuni di Aprilia. Non posso dirne ulteriormente. Ne saprete di più nella conferenza di Martedì 10 Aprile nella quale presenteremo ufficialmente il candidato Domenico Vulcano. Presto vedrete ad Aprilia lo stesso Matteo Salvini che verrà sicuramente a sostenerci.”