PALAZZETTO DELLO SPORT: VIA LIBERA ALL’APPALTO

Firmato il contratto con la ditta che dovrà costruirlo

Un’opera attesa dal 2013 che presto finalmente vedrà la luce

È stato siglato il contratto con la società che dovrà costruire il palazzetto dello sport in via Carroceto, di fronte al polo scolastico superiore. Dopo il via libera del Consiglio di Amministrazione di 30Stelle, è stato firmato il contratto con una ditta di Aprilia che, quindi, prestissimo inizierà i lavori per la costruzione del palazzetto dello sport. Un’opera importante per Aprilia, tanto attesa dalla città, che permetterà a tutte le società sportive di avere un luogo finalmente consono alle tante e importanti attività. Questo è l’ultimo passo burocratico per l’inizio dei lavori. Il sindaco Antonio Terra aveva messo la prima pietra del palazzetto nel 2013, durante la campagna elettorale. Dal 2013, è rimasta finora solo quella prima pietra. Prima le difficoltà economiche che ha fermato il mercato immobiliare poi le pratiche burocratiche per il rinnovo dei permessi, hanno ritardato per ben 6 anni e mezzo la realizzazione di quest’opera che è indispensabile per Aprilia. Di certo per Antonio Terra il palazzetto dello sport ha un significato anche politico nel suo ultimo mandato dal sindaco. La vicenda del palasport è tornata più volte sotto i riflettori dell’opinione pubblica e molte sono state le critiche al sindaco per un’opera che è rimasta alla “prima pietra”. Il problema è riemerso nella commissione che ha trattato del caso Giòvolley, la società sportiva di pallavolo che aveva bisogno di una struttura adeguata per la sua promozione in campionato. Il piano di lottizzazione Trentastelle, nel quale il palasport è stato inserito come opera compensativa a carico del privato, è stato approvato dal Comune nel 1998. Ma il cantiere ha fatto fatica a decollare a causa della crisi economica e immobiliare. La società TrentaStelle che finanzierà l’opera per convenzione, nel 2018 ha dovuto quindi rinnovare l’iter autorizzativo alla Regione apportando delle modifiche al progetto che ha ridotto la capienza da mille800 posti a mille spettatori. Potenziata, invece, l’area di gioco per permettere a tutte le realtà sportive apriliane di promuovere le loro attività. Ora il via libera al contratto permetterà alla ditta che ha preso in appalto i lavori, una ditta di Aprilia e nota alla città, di realizzare l’opera.