Il direttivo apriliano del Pd affida la reggenza ad Alfonso Longobardi che si occuperà della gestione del partito fino al prossimo congresso

38

 

Il 9 luglio si è svolta la riunione del direttivo PD chiamato ad assumere decisioni in merito alla scadenza del mandato del segretario già in proroga da novembre fino al 10 giugno u.s.
In un clima di assoluta serenità l’assemblea ha ringraziato Alessandro Mammucari per l’impegno profuso negli ultimi quattro anni.
Il buon lavoro svolto sul territorio dalla dirigenza PD unito al difficile quanto concreto impegno del gruppo consiliare composto dai consiglieri uscenti, Giovannini e Tomassetti, ha permesso sostanzialmente di confermare e consolidare, con un leggerissimo aumento in termini percentuali, il risultato elettorale di cinque anni prima, cosa non facile, in un clima di diffidenza generale dell’elettorato nei confronti dei partiti tradizionali ed in particolare del PD di fatto in netto calo dovunque.
Ne deriva che il risultato del partito alle scorse amministrative sebbene non sia stato eccezionale puo’ considerarsi positivo anche per aver favorito, con il massimo impegno e con il sostegno dato al candidato sindaco Giusfredi, la costituzione di una coalizione al quale abbiamo di fatto conferito la connotazione di centrosinistra che senza il PD non avrebbe avuto e che ha ottenuto un buon 20 % di consenso elettorale
In conclusione il direttivo prendendo atto della fine naturale del mandato affidato a suo tempo a Mammucari ha ritenuto, all’unanimità dei presenti, di dover affidare la reggenza ad Alfonso Longobardi che si occuperà della gestione del partito fino al prossimo congresso che presumibilmente si svolgerà ad ottobre p.v.