Il consigliere provinciale La Pegna: “Impegni assunti portati a termine”

70

Continua l’opera di messa in sicurezza dell’incrocio “maledetto” da parte della provincia di Latina.                                                                                                      Il consigliere provinciale La Pegna: “Impegni assunti portati a termine”

 

Come daimpegni assunti dal sottoscritto consigliere provinciale nei confronti del comitato di quartiere carano/giannottola e sollevata dal sig. Politi Claudio, continua l’opera di messa in sicurezza dell’incrocio “maledetto” da parte della provincia di Latina, dove negli ultimi dati ha visto la morte di persone e di continui incidenti che spesso hanno sfiorato la tragedia. Dopo aver tamponata le buche sulla via carano/cisterna/Aprilia, gli addetti della provincia hanno provveduto a ripulire e rasare le sterpaglie agli angoli dell’incrocio e ripristinato le strisce orizzontali con l’opposizione dello stop sulla via giannottola e parata.    Entro fine settimana si provvederà a rendere ancora più visibile la notte, la strada, con l’installazione di appositi segnalatori luminosi su ambedue le direzioni di marcia.            Ritengo dover segnalare, che ancora oggi a distanza di due settimane dell’ultimo incidente, dove sono stati divelti cavi di acciaio di un palo della luce (tra l’altro non a norma), nonché il posizionamento di un palo di sostegno ad una obsoleta probabile pubblicità, il comune di Aprilia, da me sollecitato all’ asporto perché pericoloso per la circolazione dei veicoli è ancora presente sul ciglio della strada.                                                                            Non è pensabile che la superficialità con cui opera l’amministrazione comunale in materia di sicurezza stradale, in questa parte di territorio e non solo, possa portare a nuove tragedie. Per cui in qualità di amministratore provinciale, rinnovo l’invito al comune affinché provveda a tali incombenze, non ultima quella di “assumere” l’impegno di riportare il tratto di strada a ridosso del piccolo “centro urbano” , come tale e non in maniera “fittizia” in quanto tra la documentazione in possesso della provincia non risulterebbe come tale.         Siffatta situazione non permetterebbe al sottoscritto e di conseguenza a via Costa, di procedere “insieme” , alla installazione di passaggi pedonali rialzati nei pressi delle locali attività commerciali e la tomba Garibaldi.                                                                 L’impegno del sottoscritto nei confronti del quartiere e del comitato, continuerà affinché si possa a breve, provare ad installare una rotonda all’incrocio di che trattasi, magari prima provvisoria e poi in via definitiva. Con l’occasione ringrazio l’ente , i tecnici ed operai di via Costa, che hanno, in maniera celere, posto in sicurezza tale area.

Firmato Consigliere provinciale e comunale la Pegna Vincenzo